CASERTA- Venti arresti in un’operazione della Guardia di Finanza di Caserta. Sono rappresentanti della politica e imprenditori della zona. Le accuse contestate a vario titolo sono associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d’asta. E nell’elenco c’è anche Angelo Di Costanzo, presidente della Provincia di Caserta. Inoltre c’è Elpidio Russo, ex sindaco di Casagiove, Vincenzo Cappello sindaco di Piedimonte Matese, Pietro Antonio Cappella il presidente del consorzio Sannio Alifano, e Luigi Imperadore imprenditore di Gioia Sannitica. L’operazione è stata coordinata dalla procura di Santa Maria Capua Vetere.

Le ordinanze cautelari sono dovute alla modalità con cui è stato gestito il ciclo integrato dei rifiuti, e si riferiscono all’anno 2015. Assunzioni, appalti, un patto sceleris che si estendeva nell’alto casertano. Imprenditori e politici uniti per ricavare il massimo dagli appalti di igiene urbana.

Rispondi