Casoria – Divieto di accensione, lancio e sparo sull’intero territorio comunale di fuochi d’artificio, mortaletti, petardi e bombette varie, così il primo cittadino blinda il Capodanno in città. Molte infatti le proteste di cittadini che già dall’inizio di dicembre, e ancora prima, sono costretti a continue conversazioni tra quartieri a suon di petardi.

Il primo cittadino Pasquale Fuccio comunica il nuovo provvedimento attraverso un post su Facebook: “Con l’ordinanza n. 44 firmata da me in data odierna, si vieta l’accensione, il lancio e lo sparo sull’intero territorio comunale di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi e bombette varie. L’inosservanza delle disposizioni comporterà l’irrogazione di una sanzione amministrativa pecuniaria pari ad euro 200,00”.

Il provvedimento interesserà anche i minorenni, la cui responsabilità ovviamente ricadrà sui genitori. Chi si occuperà di far osservare l’ordinanza saranno gli agenti di Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine.

La decisione del sindaco sposa una mozione del Movimento 5 Stelle presentata lo scorso 19 settembre.

Casoria dunque si appresta a diventare una città silenziosa, nel pieno senso della festività, divertimento senza il rischio di farsi male o di nuocere a chi ci è accanto. 

Rispondi