GIUGLIANO IN CAMPANIA- Ricevevano denaro in cambio di soldi, quattro persone tra le quali due poliziotti si trovano agli arresti domiciliari dopo che è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare da parte del gip del Tribunale di Napoli. Le indagini sono state condotte dal commissariato di Giugliano e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli.

Il capo di imputazione è corruzione da parte dei due pubblici ufficiali che, nell’adempimento delle loro funzioni presso l’ufficio amministrativo del Commissariato di Giugliano, avrebbero ricevuto ingenti somme di denaro e altre utilità per concedere licenze ad esercenti di sale scommesse rendendo note notizie coperte dal segreto d’ufficio.

Gli inquirenti hanno contestato le gravi responsabilità acquisendo il contenuto delle incriminate intercettazioni telefoniche ed ambientali in cui alcuni esercenti sono in comunicazione con i poliziotti inducendo loro a delinquere. Per alcuni indagati è stato fissato l’obbligo di dimora.

Rispondi