E’ stata una delle più efferate rapine mai viste negli ultime tempi, la donna a bordo un’utilitaria mentre percorreva Via Tre Ponti a Parete, con la scusa del tamponamento, viene fatta accostare ed uno dei rapinatori, sceso dalla sua macchina, la scaraventa a terra tirandola fuori dall’utilitaria per impossessarsene, la donna però non si arrende e molto agilmente si rimette in piedi e si aggrappa al finestrino della sua auto mentre il ladro la sta portando via, percorre decine di metri quando il bandito pigia ancor di più il piede sull’acceleratore scaraventandola a terra.

La donna attualmente è ancora ricoverata in ospedale e proprio oggi ha avuto una bella notizia che grazie alle indagini durate solo tre giorni e portate avanti dalla Procura di Napoli coordinate dal Procuratore Francesco Greco sono riusciti ad individuare i presunti colpevoli, infatti proprio oggi i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Giugliano hanno posto in fermo due individui, entrambi residenti a Qualiano, un 66 enne e un 42 enne fortemente indiziati ad aver commesso quella rapina.

I due fermati nelle prossime ore verranno sottoposti a convalida di fermo.

Rispondi