AFRAGOLA – In giornata è arrivata una telefonata al Commissariato di Afragola che avvertiva la Polizia del ritrovamento di due cadaveri sezionati e posti all’interno di alcuni sacchi, nei pressi del quartiere Saggese in Via Ferrarese. Gli agenti della Polizia sotto il comando del vice questore vice questore Alfredo Carosella non escludono nessuna ipotesi, e non si esclude neanche l’ipotesi che potrebbero essere i due contrabbandieri scomparsi il 31 Gennaio scorso, Luigi Ferrara 43 anni e di Luigi Rusciano 53 anni che avevano fatto perdere immediatamente le loro tracce dopo il loro allontanamento, anche se a distanza di giorni sono state trovate prima la Lancia Ypsilon e poi la Fiati Idea con i rispettivi documenti dei due scomparsi, gesto questo per lasciar intendere che i proprietari delle auto erano morti.

Sul posto sono intervenuti, oltre gli agenti della Polizia allertati, anche i tecnici della scientifica appartenenti allo stesso ufficio, che come si legge anche su “Il Corriere Quotidiano”, allargano le aperture dei sacchi di plastica, e trovano all’interno i resti dei corpi umani. Non sono bruciati. Quindi si sono notati subito i colori della pelle divenuta oramai cianotica. Sul posto, è giunta una squadra della polizia mortuaria di Napoli alla quale il magistrato di turno ha affidato i due cadaveri che saranno portati al centro di medicina legale per il riconoscimento.

Rispondi