Riceviamo e pubblichiamo il comunicato ricevuto dal diretto interessato:

“Dopo mesi di attenta riflessione ho deciso di lasciare il partito di Forza Italia nel quale mi sono candidato alle scorse elezioni comunali 2015 raccogliendo 129 preferenze.

Non volendo sottolineare l’apporto dei voti mi preme però evidenziare l’aiuto, il supporto, la gestione in prima persona ed il tempo dedicato con tutto me stesso nella tornata elettorale 2015 a tutta la coalizione presiedendo il comitato elettorale.

Ebbene, nonostante ciò, Forza Italia ha preferito non tener conto di tutto questo parcheggiando il sottoscritto in attesa forse della prossima tornata elettorale.

Voglio ricordare che nel 2016 era stato aperto ufficialmente il dibattito per l’elezione del nuovo coordinatore della Sezione di Caivano, ebbene il gruppo consiliare escluso il buon Lorenzo Frezza  resosi conto della volontà del partito di eleggermi a tale carica  ha preferito buttare nel dimenticatoio il discorso per poi presentare qualche mese dopo un pacco già bello e confezionato ovvero Giuseppe Mellone, dimenticandosi però che avevano promesso in una delle assemblee in Via Campiglione che i consiglieri avrebbero fatto un passo indietro sulle nomine di partito dando spazio alla base.

Nei miei 18 anni circa di militanza politica ho sempre preferito il confronto, la condivisione delle scelte, la democrazia e la partecipazione soprattutto degli ultimi, e proprio per questo non accetto e non potrò mai accettare decisioni calate dall’alto , nomine non condivise, esclusione degli ultimi e soprattutto assenza di proposte, programma e progettualità.

Il primo partito della coalizione costruito dall’ottimo Luca Monopoli, avrebbe dovuto dare un impulso diverso ed un aiuto-guida sostanziale all’intera amministrazione, tutto ciò non è avvenuto anzi si  è pensato  a tutt’altro e tale modus operandi ha decretato l’abbandono totale dei militanti che invano hanno atteso in quasi 2 anni di amministrazione una riunione per poter dire la loro .

A Simone Monopoli e solo a lui il mio sostegno morale per tutto ciò che con amore, passione ed onestà sta mettendo in campo per risollevare le sorti del nostro paese .

Io invece, felice, resto con gli ultimi come sempre, cercando nei limiti delle mie possibilità di aiutarli e sperare per loro e con loro in un futuro migliore.

 Nel ringraziarla per lo spazio concesso, le porgo i miei piu’ cordiali saluti”                                                                                                                                   Gaetano Lionelli

Rispondi