caravanCAIVANO – Che la droga fosse il mercato più proficuo della malavita organizzata a Caivano si era già al corrente, ma che si inventassero pure un metodo di vendita a domicilio, questo davvero supera la fantasia.

Domenico Capasso, 36enne di Caivano, con precedenti specifici, infatti, a bordo del suo caravan Mercedes, e con la complicità della fidanzata, Immacolata Del Prete, 24enne di Cardito, erano soliti spacciare marijuana, in maniera itinerante, recandosi nei luoghi maggiormente frequentati dai giovani.

I due sono finiti in manette a seguito di un’attività d’indagine svolta dai poliziotti portata avanti attraverso un lungo servizio di osservazione e pedinamento da parte degli agenti di Polizia del Commissariato di Afragola. I poliziotti hanno osservato a lungo il modo di operare dei due, infatti il Capasso che scende dal mezzo e ritira soldi dagli acquirenti e la fidanzata aveva il compito di consegnare la merce.

Osservato a lungo le loro mosse e appena non hanno avuto via di scampo, gli agenti li hanno bloccati e tratti in arresto, parte delle dosi di stupefacente da smerciare, erano state nascoste all’interno dell’aeratore dell’abitacolo del caravan altre, invece, sono state rinvenute nel vano portaoggetti.

Settanta in tutto le dosi di marijuana sequestrate alla giovane 24enne che nel frattempo è finita ai domiciliari mentre il compagno 36enne, è stato portato alle camere di sicurezza della Questura.

Questa mattina, entrambi dovevano essere giudicati con rito per direttissima.

Rispondi