Riceviamo e pubblichiamo.

Nella nostra attività sul territorio, spesso c’è capitato di denunciare pubblicamente ciò che ritenevamo giusto che la cittadinanza venisse a sapere.
Quest’attività di denuncia, rivolta a evidenziare inefficienze amministrative, negligenza, incapacità o immoralità, ci ha portati spesso a uno scontro con l’attuale amministrazione comunale.

I temi trattati hanno portato alla luce anche scandali trattati, oltre dei Tribunali, dalle cronache nazionali. Su di tutte si ricorda la questione voto di scambio, che ha infangato il nome della nostra città per il comportamento immorale di alcuni soggetti ora posti a giudizio.
Il Movimento 5 Stelle ci ha sempre supportato in questa azione di denuncia, e con i suoi esponenti nazionali, ha portato la questione all’interno delle aule del Parlamento in modo che le istituzioni potessero ridare giustizia, legalità ed onestà ad Acerra e allontanare ogni ombra dalla Casa Comunale.

Sul blog Nella nostra attività sul territorio, spesso c’è capitato di denunciare pubblicamente ciò che ritenevamo giusto che la cittadinanza venisse a sapere.
Quest’attività di denuncia, rivolta a evidenziare inefficienze amministrative, negligenza, incapacità o immoralità, ci ha portati spesso a uno scontro con l’attuale amministrazione comunale.

I temi trattati hanno portato alla luce anche scandali trattati, oltre dei Tribunali, dalle cronache nazionali. Su di tutte si ricorda la questione voto di scambio, che ha infangato il nome della nostra città per il comportamento immorale di alcuni soggetti ora posti a giudizio.
Il Movimento 5 Stelle ci ha sempre supportato in questa azione di denuncia, e con i suoi esponenti nazionali, ha portato la questione all’interno delle aule del Parlamento in modo che le istituzioni potessero ridare giustizia, legalità ed onestà ad Acerra e allontanare ogni ombra dalla Casa Comunale.

Sul blog www.acerra5stelle.org , fu riportata l’interrogazione parlamentare del vicepresidente della Camera dei Deputati Luigi Di Maio, a cui fu aggiunto un titolo che riassumeva il significato dell’atto, visto da certa politica Acerrana come diffamante. Infatti, essa si è riunita per dare mandato, con i soldi dei cittadini Acerrani, a un avvocato per portare in giudizio il meetup Acerra 5 Stelle nella persona di Alessandro Cannavacciuolo per la cifra di €2.188,68 (IVA inclusa).
Il tentativo estremo di mettere a tacere una vicenda vergognosa.
Sia il Pubblico Ministero, sia il GIP, hanno ritenuto infondate le ragioni del Comune archiviando tutto il procedimento.

Ora ci chiediamo, perché devono essere i cittadini Acerrani a dover pagare? Quanto è costato tutta la procedura tra delibera che impegnava fondi pubblici, il tempo del consiglio comunale e delle commissioni? Perché se la scusante fu quella di tutelare l’onorabilità della città, la stessa azione non è stata intrapresa in altre posizioni, tipo il consigliere di maggioranza che secondo le notizie di stampa sarebbe stato licenziato per permessi retribuiti illegittimi a discapito delle tasche dei cittadini?

Ovviamente trasmetteremo il tutto alla corte dei conti per verificare se sussiste un eventuale danno erariale., visto da certa politica Acerrana come diffamante. Infatti, essa si è riunita per dare mandato, con i soldi dei cittadini Acerrani, a un avvocato per portare in giudizio il meetup Acerra 5 Stelle nella persona di Alessandro Cannavacciuolo per la cifra di €2.188,68 (IVA inclusa).

 

Rispondi