Una procedura dell’ANAC pende sul comune di Cardito e precisamente per quanto riguarda due diverse segnalazioni da parte dell’Avvocato Francesco Pisano, componente del consiglio comunale.

Tali segnalazioni venivano effettuate nel febbraio del 2016 e avevano come oggetto la procedura per l’affidamento del servizio per la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi urbani per importo complessivo € 1.977.159.14, e per l’affidamento delle strutture sportive quali i campetti adiacenti la villa e il campo Vittorio Papa, che a detta dell’esponente sono state affidate a terzi ed il cui contratto risulterebbe scaduto nel 2011, ma ancora gestite in regime di proroga.

Il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani affidati, sembrerebbe, senza l’espletamento di alcuna gara, al Consorzio C.LT.E., servizio più volte prorogato e solo recentemente oggetto di nuova procedura di affidamento conclusasi con l’aggiudicazione definitiva in favore della “GO SERVICE S.c.a.r.L”.

Ad oggi, in seguito a tale segnalazione l’autorità chiede chiarimenti al comune e la relativa documentazione riguardante le irregolarità esposte nella segnalazione effettuata nel 2016.

L’ANAC chiede alla stazione appaltante a trasmettere una esauriente e documentata relazione nella quale vengano chiarite le modalità di affidamento delle strutture sportive, la durata contrattuale con indicazione delle eventuali motivate proroghe, le condizioni economiche contrattualizzate e le eventuali determinazioni circa la nuova procedura di affidamento.

Allo stesso modo, sempre la stessa autorità, chiede la documentazione anche per il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani affidato al Consorzio stabile Interprovinciale Trasporti Ecoambientali (C.l.T.E.) Ecoservice s.a.s., avendo cura di evidenziare il CIG acquisito, gli importi complessivamente liquidati, gli inadempimenti contestati e le penalità applicate, il nominativo del Direttore dell’esecuzione del contratto, la percentuale di raccolta differenziata raggiunta.

Rispondi