CAIVANO – Molto esaustivo il sindaco Monopoli ai nostri microfoni, non ha nascosto il suo interesse a far passare molto in fretta questo periodo buio ma, a suo dire, necessario, infatti nella nostra intervista, lui chiede ancora un piccolo sforzo ai cittadini caivanesi, perchè questo è un periodo transitivo dettato da un dissesto necessario per porre fine ad un sistema marcio, messo su dalla classe dirigente del passato in combutta con alcuni responsabili di settore creando un vero e proprio cancro nell’organismo comunale caivanese.

Il cardialogo caivanese ha tentato di nascondere la sua solitudine in questa lotta, facendo capire a quei consiglieri che potranno remargli contro in questa lotta ormai avviata, che lui è disposto, tranquillamente, ad andare a casa, qualora si mettessero in atto tatticismi politici atti a farlo “cadere”. Ricatto che egli non accetta e non è disposto ad accondiscendere, perché il primo cittadino, a quanto pare, è determinato a fare pulizia, specialmente in quei settori, che hanno, da sempre, fatto registrare somme urgenze a iosa e favorito sempre gli stessi operatori economici.

Un’altra rivelazione fatta ai nostri microfoni è la sua visione rosea del suo mandato che addirittura lo proietta in una nuova investitura che vedrà, a suo dire, finalmente, realizzato il progetto suo e della sua amministrazione.

Come già detto a più riprese dalle nostre pagine, se questo sarà davvero l’inizio di una svolta sul territorio caivanese che ben venga, in caso contrario, dopo queste dichiarazioni, se alle parole non seguiranno i fatti, queste affermazioni segneranno anche la fine della credibilità verso il sindaco della trasparenza Simone Monopoli.

Rispondi