AFRAGOLA – Questa sera convocata una riunione di maggioranza. I toni sono alti, la fibrillazione interna alla coalizione di governo non accenna a placarsi. Poi ci ha pensato il sindaco Domenico Tuccillo ad esasperarli con la dichiarazione rilasciata alla stampa locale sull’ultimo consiglio comunale. Infatti, il primo cittadino non ha gradito l’assenza di Gennaro Giustino all’atto della votazione sul Dup nonostante il capogruppo di “A viso aperto” abbia lanciato un segnale politico chiaro al capo dell’amministrazione garantendo comunque i numeri alla coalizione di governo affinché l’atto fosse approvato. In aula, infatti, gli altri due consiglieri del gruppo, Nicola Petrellese e Raffaele Botta, votarono il Dup senza proferire parola. Nonostante gli accordi non fossero quelli. Eppure, Tuccillo dopo la seduta ha alzato i toni spiegando all’opinione pubblica di “non aver capito” l’assenza di Giustino giudicata addirittura “poco chiara”.

Una presa di posizione che ha lasciato tutti a bocca aperta anche perché gli stessi consiglieri di maggioranza sanno bene cosa fu deciso nella riunione di coalizione precedente e come, al contrario, sono andati i fatti in aula. E nonostante questo, il gruppo “A viso aperto” e quello dell’Udc non hanno fatto polemica ma, com’è giusto che sia, il segnale di dissenso politico rispetto a come sono andate le cose lo hanno lanciato proprio con l’assenza di Giustino. E il sindaco cosa fa? Alza il tiro e fa finta che tutto fosse a posto e che non riesce a spiegarsi il mancato voto di un consigliere di maggioranza sul provvedimento in discussione. Insomma, di fronte all’opinione pubblica Tuccillo cerca di salvare la faccia facendo finta di non sapere come stiano le cose ma appena i consiglieri della coalizione di governo si stuferanno di questa paradossale situazione e racconteranno ai cittadini cosa sta realmente accadendo al Municipio, la verità emergerà e per il sindaco non si annunciano giorni facili.

Questa sera, come detto, riunione di coalizione. E si prevedono scintille.

Rispondi