Il M5S replica alla notizia diramata da alcuni organi di stampa secondo cui avrebbe accettato deleghe da parte del Sindaco in Città metropolitana di Napoli a seguito del rimpasto di ieri.
“Al netto di casi di omonimia – dichiara Danilo Roberto Cascone, unico consigliere pentastellato – il M5S è l’unico gruppo politico ad aver rifiutato deleghe. Questo però non ci induce a sottrarci dalle responsabilità istituzionali. Il nostro contributo sarà offerto a prescindere dalle poltrone avendo come obiettivo il bene comune.”

Insomma nessuna chiusura al dialogo ma disponibilità istituzionale da parte dei pentastellati, fuori da ogni inciucio. Sulla possibilità di ricoprire successivamente il ruolo di Presidenza della Commissione Trasparenza e Anti corruzione Cascone chiarisce:
“Nel momento in cui si costituiranno le Commissioni consiliari permanenti, augurandocelo quanto prima, pretenderemo la Presidenza della Commissione tipicamente di garanzia e controllo, come prevede la norma, in quanto unico gruppo di opposizione presente in Città Metropolitana.”

La costituzione delle Commissioni è oggi al vaglio della Conferenza dei Capigruppo che dovrà esprimersi sulla bozza di un Regolamento per il funzionamento del Consiglio metropolitano. L’elezione dei presidenti di Commissione, in base alla normativa vigente, è ad appannaggio dell’assise di Santa Maria la Nova e non del Sindaco.

Rispondi