CAIVANO – Stamattina gli agenti della Guardia di Finanza si sono recati presso gli uffici del settore Ambiente del Comune di Caivano per un semplicissimo atto di notifica, infatti gli stessi agenti si sono recati nell’ufficio del dirigente per notificargli l’avvenuto atto di sequestro dell’ex campo Rom che veniva usato, dietro autorizzazione del dirigente stesso, come spazio adibito al trasbordo dei rifiuti da parte della Buttol srl, così come ampiamente trattato dalla nostra testata.

In poche parole la visita della Guardia di Finanza non è altro che un atto di normale amministrazione e non riguarda affatto quanto paventato da radio castello, che nel 99% dei casi, non essendo bene informato, non è mai sinonimo di verità.

Aggiornamenti

Nel corso della loro visita, sembra che gli agenti erano anche preposti a raccogliere informazioni riguardanti le indagini in corso inerenti sempre l’ex campo rom, informazioni che andrebbero poi ad arricchire le indagini portate avanti dal Magistrato che dovrà decidere se imputare o meno il reato ambientale al dirigente Coppola.

Rispondi