AFRAGOLA – Appena superato il bilancio, la maggioranza ad Afragola rischia di nuovo la crisi a causa di un sindaco che nell’ultima parte della consiliatura si sta dimostrando inaffidabile, anche perché Tuccillo in aula, per incassare il voto favorevole sul bilancio, promise di rivedere la giunta, spedendo a casa gli assessori partenopei per dare spazio ad una classe dirigente di Afragola, ossia come chiedevano parte dei consiglieri di maggioranza che tra un anno si ripresentano di nuovo davanti agli elettori per essere giudicati e quindi sembra anche giusto che chi governa debba anche tutelare, in ottica futura, la credibilità dei propri alleati.

Tredici voti favorevoli e il sindaco in aula disse che avrebbe valorizzato quel segnale, in termini pratici significava dare un assessore alla lista civica “Afragola Libera” rappresentata in aula dal consigliere Raffaele Falco e, come da richiesta dei moderati del gruppo “A viso Aperto”, quello di spedire a casa l’assessore al personale Antimo Manzo che è riuscito a scontentare maggioranza, opposizione e dipendenti comunali per una gestione apparsa molto approssimativa.

Il bilancio è stato approvato, Tuccillo ha assunto gli impegni ma allo stato attuale, il sindaco non ha spedito a casa Manzo e Afragola Libera rimane ancora senza rappresentanza in giunta. Per questo il sindaco Tuccillo sta continuando a scontentare i moderati, ecco perchè entro dieci giorni se il sindaco dovesse far finta di non capire, Tuccillo potrebbe ritrovarsi a casa dalla sera alla mattina, perchè non è possibile che i partiti e i consiglieri debbano assumersi le responsabilità di un governo formato da una giunta che non conosce il territorio e per di più assumersi le responsabilità per le decisioni prese da un solo uomo al comando che non ha collegamenti col territorio e nemmeno consensi personali che giustificano una leadership che Tuccillo, in questi cinque anni non ha mai avuto.

Rispondi