Bisogna fare in modo che chi ha competenza agisca con fatti concreti, mi pare che non c’è campagna elettorale in questi giorni“.

Sono state queste le parole del sindaco di Napoli Luigi de Magistris al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca durante il giuramento di Ippocrate al Teatro Augusteo.

“I fatti, ahimè, non sono molto incoraggianti nei nostri territori – ha aggiunto -io prima di venire qua ho incontrato il comitato di abitanti perché una struttura pubblica della nostra città rischia di chiudere ed è il Vecchio Pellegrini. Ieri sono stato al San Gennaro e di quello che era l’ospedale è rimasto molto poco. Se andiamo verso l’Annunziata vediamo la stessa cosa. Se andiamo verso gli Incurabili vediamo la stessa cosa. Da sindaco di Napoli ho assistito a tre inaugurazioni dell’Ospedale del Mare e – ha sottolineato de Magistris – abbiamo sentito che ci vogliono ancora diversi mesi e soprattutto mi par di capire che la lotta per la difesa della salute in città la debbano fare soprattutto i medici, gli abitanti e le istituzioni locali che devono pretendere, a questo punto, non più declamazioni come se si stesse in campagna elettorale o se si facesse opposizione a chi governa, ma ricordando a chi governa e deve decidere. Mi riferisco al Governo nazionale e a quello regionale che devono battere un colpo da questo punto di vista perché abbiamo visto che sulla sanità è stato fatto molto poco se non investimenti politici, se non ancora scandali, questione morale e arresti che hanno attraversato persone che sono state messe dalla politica che ha governato o che governa di questi tempi – ha concluso il sindaco- Lo dico perché la mia personale posizione in questi giorni è di assoluta vicinanza a queste ragazze e a questi ragazzi che hanno raggiunto un obiettivo importante, che nella vita ambiranno ad andare fuori per fare esperienza ma sono sicuro che il loro personale desiderio per fare i medici e gli odontoiatri è quello di stare nei nostri territori. Quindi fatti e non parole”.

Rispondi