“Ad Arzano (Comune sciolto per infiltrazioni criminali, ndr) su cui abbiamo chiesto specifiche notizie, è stato rilevato che c’era quasi una gestione diretta dei clan. Dopo due anni di commissione straordinaria torna, adesso, al voto e al tempo dagli accessi è stato rilevato un notevolissimo inquinamento dell’apparato dell’amministrazione pubblica.

Al momento in competizione ci sono 4 candidati sindaci con 9 liste ed stato ricusato un solo candidato nella Lista Arzano insieme perchè non c’era certificato elettorale”.

Lo ha detto il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, nel corso della sua audizione presso la commissione parlamentare d’inchiesta antimafia che ha anche aggiunto: “Nei comuni dell’area metropolitana, nella parte Napoli Nord in particolare, c’è un elevato livello di infiltrazione della criminalità nelle attività amministrative” pertanto “abbiamo deciso di aumentare il livello degli accessi nei comuni, al minimo sentore di qualcosa.che non va”.

“Da inizio 2017 ci sono stati tre scioglimenti” per infiltrazioni criminali “Marano, Crispano e Casavatore – ha aggiunto – C’era già Arzano sciolto di per sé e che dopo due anni di commissione straordinaria torna adesso al voto e su cui al tempo dagli accessi è stato rilevato un notevolissimo inquinamento dell’apparato dell’amministrazione pubblica”. Il prefetto ha poi sottolineato che “I 24 mesi di commissariamento straordinario non sono sufficienti talvolta per risolvere le criticità e forse dopo un certo numero di scioglimenti bisognerebbe ragionare su attività più pregnanti”

Rispondi