ACERRA – Accade di tutto in campagna elettorale si sa, ma quello che sta succedendo in queste ore ad Acerra sfiora l’assurdo, questa è la denuncia fatta dal Movimento 5 stelle di Acerra che esprime la candidatura dell’Avv. Carmela Auriemma da sempre impegnata nella lotta contro l’inceneritore, infatti i candidati ed attivisti denunciano uno strano caso: in questi giorni in Via Calzolaio è apparso un comitato elettorale del “Movimento Democratici Progressisti per Acerra” che appoggia l’ascesa di Raffaele Lettieri a sindaco di Acerra.

Fino a qui sembrerebbe che non ci fosse nulla di male, tranne che per il fatto che il comitato sorge in dei locali siti in uno stabile di proprietà della famiglia Pellini, la stessa famiglia che ha visto tre dei suoi componenti condannati in via definitiva a sette anni di reclusione per disastro ambientale e che tale edificio, a quanto pare da indiscrezioni, sia anche privo di agibilità e rientrerebbe addirittura nel dispositivo di sequestro redatto pochi mesi fa a danno dei fratelli Pellini nelle competenze di un’altra inchiesta aperta a loro carico.

Insomma non ci fa proprio una bella figura Raffaele Lettieri se in piena campagna elettorale lascia che la sua immagine venga accostata ai neo condannati Pellini, ma soprattutto se la sua attuale amministrazione non faccia immediatamente luce sul fatto di come sia stata possibile l’apertura di un comitato elettorale in un locale non agibile, così come chiedono i candidati e gli attivisti del Movimento 5 stelle.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi