POZZUOLI – Scrosciante vittoria quella che si appresta ad essere di Figliolia, il sindaco uscente tocca il picco del 71% delle preferenze, raggiungendo più 28.000 voti e relegando il secondo classificato Antonio Caso del M5S al 9% con appena quasi 3500 voti, una vittoria in pompa magna come si suol dire. A nulla è servita la macchina del fango messa in piedi da alcuni concorrenti e il buon lavoro fatto sul territorio dai pentastellati. Figliolia sul territorio è visto come il messia, d’altronde vista dagli occhi di chi viene da fuori, bisogna dare atto a Figliolia che Pozzuoli è davvero cambiata in meglio, certo tutto è migliorabile ma come diceva ai nostri microfoni Melania Picariello candidata con la lista “Con la Città Figliolia” per attuare un intero programma elettorale 5 anni non bastano e questo l’hanno capito anche i puteolani.

Un tripudio che vede Figliolia di nuovo sindaco della città di Pozzuoli e parafrasando alcune massime dette da Ciriaco De Mita in occasione di un meeting fatto all’Hotel “Gli Dei” per appoggiare la candidatura di Sandro Cossiga, figlio del funzionario Ermanno, “l’amministrazione di una città la si vede dall’intelligenza del suo popolo”. Chissà cosa penserà oggi De Mita dei Puteolani, visto che il suo “pupillo” non è arrivato neanche a collezionare un 5%. Fatto sta che se davvero Pozzuoli migliorerà ancora, allora vuol dire che il popolo Puteolano è un popolo intelligente.

Rispondi