AFRAGOLA – Venerdì scorso l’ufficio competente del Comune di Afragola ha avviato il procedimento all’inibizione del parcheggio interno della stazione alta velocità. Se nei prossimi giorni si arriverà al provvedimento definitivo della chiusura del parcheggio, vorrà dire che le auto all’interno del recinto della stazione non potranno proprio transitare e quindi il parcheggio sarà inibito anche a titolo gratuito.

Dal canto suo RFI dovrà munire l’ente afragolese di tutte le certificazioni laddove tutto dovesse risultare in regola per un collaudo o avviare i lavori di rimozione di tutti i pericoli riscontrati laddove dovesse essere minata la sicurezza degli utenti.

L’amministrazione Tuccillo, vistasi costretta a prendere un serio provvedimento poiché a monte, come anticipato da Minformo, mancavano proprio i collaudi generali dell’intera struttura e ovviamente visto che mancano i collaudi dell’opera fa d’uopo che mancassero anche quelli per il parcheggio. In effetti l’ufficio competente, in realtà, poteva anche emettere direttamente il provvedimento di chiusura, ma giusto per dare tempo ad RFI di mettere tutto in regola, ha preferito avviare il procedimento di inibizione, anche perché in seguito ad un provvedimento di chiusura del parcheggio, deve per forza seguire, per gli stessi motivi, il provvedimento di chiusura di tutta la struttura.

Rispondi