CAIVANO – A fronte della problematica dei roghi tossici che vede la Campania e specie la zona a nord di Napoli bruciare tutti i giorni, non resta impassibile il sindaco di Caivano Simone Monopoli che a differenza degli altri sindaci, anche dei comuni limitrofi, non si limita a scrivere al prefetto o al Presidente della Regione solo per dare in pasto all’opinione pubblica una loro mossa o quanto meno il loro non immobilismo, il sindaco caivanese va oltre e tenta, con un suggerimento non di poco conto, scrive addirittura oltre al Presidente della Regione Vincenzo De Luca, anche al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni suggerendo ai destinatari, visto che loro a differenza dei sindaci hanno poteri e fondi, l’indizione di un Consiglio dei Ministri straordinario dedicato proprio alla tematica roghi e incendi, da tenersi proprio nella città di Napoli.

Documento inviato dal sindaco Monopoli
Documento inviato dal sindaco Monopoli

Mentre si spera che gli organi destinatari di tale istanza, prendano in seria considerazione il suggerimento del primo cittadino caivanese, si continua a registrare nuovi roghi sul versante del Monte Somma sul Vesuvio e si continua a fare fede sull’improvvisazione e sulle capacità di gestione dei Vigili del Fuoco senza che la Campania o l’Italia abbia un vero e proprio piano per arginare tale fenomeno ed è proprio ad un nuovo piano che auspica, attraverso il suo invito, il sindaco Simone Monopoli.

Rispondi