NAPOLI: Presidio permanente contro i roghi, Capriello: “E’ nostra intenzione non mollare”

In seguito agli incendi che nei giorni scorsi hanno distrutto buona parte della vegetazione del Vesuvio e numerosi altri di natura tossica, numerosi cittadini hanno inteso dimostrare la loro indignazione organizzando manifestazioni per la difesa del territorio e per indurre le amministrazioni a intervenire per risanare quanto prima la situazione.

Oltre la siccità, la mano dei piromani è stata determinante per scatenare un numero ingente di roghi come non si erano mai visti nella regione Campana.

A Casalnuovo, ad esempio, i cittadini si sono chiamati a raccolta per una manifestazione “BASTA ROGHI” dandosi appuntamento per il giorno 24 in piazza Municipio.

Un altro presidio è stato approntato, in fretta e furia, davanti al palazzo della regione dai rappresentanti del Movimento 5 stelle e con la partecipazioni di qualche eletto alla Camera e al Senato

Il presidio “permanente popolare”, così come ha voluto intitolarlo Luca Capriello insieme ad altri cittadini attivi, ha dato il suo via in piazza Plebiscito a Napoli e gli organizzatori sembra non disponibili a mollare tanto presto (come del resto è accaduto a quello del Movimento presso il  centro diresionale).

“Non smobiliteremo fino a che Roma non decreterà lo stato di calamità naturale e lo stato di emergenza, attivando fondi speciali, mezzi e uomini per presidiare il territorio, risarcire gli agricoltori colpiti, mettere in sicurezza il Vesuvio, bonificare le discariche abusive e non andate in fumo. Resteremo anche la notte, facendo turni e dando il cambio a chi ricomincerà all’indomani”.

Rispondi