AFRAGOLA – Tra tutte le mancanze della giunta Tuccillo, evidenziate da più fronti politici, non poteva mancare quella inerente la viabilità e sicurezza dei cittadini. In particolar modo, gravi disagi si stanno registrando negli ultimi mesi, sotto la disattenzione di organi preposti alla prevenzione di tali problemi, all’incrocio tra Via P. Nenni e Via Salvo D’Acquisto.

In questo incrocio, come denunciano alcuni cittadini, nelle ultime quarantotto ore si sono registrati gravi incidenti ed è già da diverso tempo che questa intersecazione ubicata in pieno centro abitato non viene attenzionata dagli organi comunali preposti ed è una grave omissione il non porre limitazioni al traffico urbano nei pressi di quest’incrocio per far si che nessun altro si faccia davvero male.

Visto l’enorme pericolo presentato da questo incrocio in termini di sicurezza e vista l’assenza delle istituzioni afragolesi, 150 cittadini nella giornata di ieri hanno presentato una petizione popolare indirizzata al sindaco Tuccillo, all’assessora Polito, al Comando di Polizia Locale e al Prefetto dove si richiede l’istallazione di dossi artificiali per far diminuire la velocità dei veicoli che attraversano l’incrocio in oggetto, di apporre dovuta segnaletica orizzontale e verticale nelle prossimità degli incroci, vietando e facendo rispettare il divieto di sosta negli ultimi 150 mt. come da Codice della strada.

A tal proposito, recepita anche da alcuni consiglieri, tale problematica viene portata in Consiglio attraverso una interrogazione posta dal consigliere Antonio Pannone e Raffaele Fusco, di seguito riportiamo le dichiarazioni del capogruppo di opposizione Antonio Pannone rilasciate in esclusiva Minformo: “Sono solidale con i sottoscrittori della petizione e comprendo a pieno le motivate preoccupazioni dei cittadini di San Marco, che da mesi denunciano i rischi dell’incrocio di Corso Pietro Nenni con via Salvo D’Acquisto ma che sino ad oggi non hanno trovato ascolto da parte del sindaco. Tre incidenti in meno di 48 ore, durante lo scorso weekend, sono un dato allarmante. Bisogna intervenire al più presto. Per questo, in continuità con i rilievi sollevati in passato, ho presentato, con il consigliere Raffaele Fusco, anche una interrogazione urgente da portare in Consiglio Comunale. La viabilità è, del resto, una delle numerose note dolenti della fallimentare Amministrazione Tuccillo: in quattro anni non si è prodotto nulla per razionalizzare i flussi veicolari e per migliorare la sicurezza stradale. Gli ultimi provvedimenti adottati con un senso logico e in una cornice razionale risalgono all’Amministrazione precedente di cui ero v. Sindaco, quando fu elaborato anche un piano urbano traffico che è agli atti ma che non è stato tenuto in considerazione nell’attuale consiliatura che volge al termine. Con Tuccillo gli interventi nel settore della viabilità si sono ridotti a qualche spot e a qualche schizofrenica variazione di sensi unici caldeggiata da consiglieri di maggioranza. 

Più in generale, emerge con forza il disinteresse totale di Tuccillo per il quartiere San Marco, dove sempre più spesso, oltre agli incidenti automobilistici, si verificano guasti agli impianti di pubblica illuminazione e sono quasi del tutto inesistenti gli interventi di ordinari manutenzione del verde pubblico. I cittadini esasperati e abbandonati a se stessi sono costretti ad operare in prima persona, come verificatosi appena pochi giorni fa, in piazza San Marco all’olmo, dove alcuni volenterosi si sono adoperati per annaffiare i giardinetti della piazza antistante la Chiesa parrocchiale”.

Rispondi