CAIVANO – Tra poco comincerá il Consiglio comunale che si terrà come di consueto nell’androne del plesso scolastico Rione Scotta e tra i vari punti all’ODG c’era anche quello della determinazione delle rate TARI che i cittadini di Caivano dovranno pagare. Tante sono state le polemiche sul territorio che volevano la tariffa aumentata e come già ampiamente detto e ridetto da Minformo, non sarà applicato nessun aumento all’aliquota del tributo TARI, come testimoniano anche i documenti in allegato.

I due documenti in allegato sono rispettivamente l’ammissione dei due dirigenti del Comune Sirico e Celiento dove attestano che la somma per pagare il servizio della raccolta rifiuti è rimasto invariato e il secondo documento è la ratifica e la conferma della ditta Buttol all’invariazione di tale somma, così come richiesto dal Presidente del Consiglio Raffaele Del Gaudio.

Da indiscrezioni raccolte in esclusiva Minformo. Siccome peró, il secondo documento è arrivato nelle mani dei dirigenti solo nella giornata di oggi, solo per mero scopo procedurale, visti i tempi ristretti per la presa visione, il settimo punto all’ODG, ossia quello che doveva determinare la rateizzazione della TARI sarà rinviato al prossimo Consiglio comunale. Ancora una volta Caivano paga i tempi lunghissimi di una macchina burocratica farraginosa e inefficiente come più volte dichiarato sia dal sindaco che da Minformo.

IMG_2545IMG_2543

Rispondi