“Canapa in Mostra” diffonde cultura e informazione su una tematica la cui conoscenza generale è ancora troppo flebile. E inoltre restituisce un bene comune d’eccellenza al nostro territorio. Una riscoperta di un pezzo della storia e delle tradizioni napoletane». Così Alessandra Clemente, assessore ai Giovani del Comune di Napoli, ha presentato questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, la quarta edizione di “Canapa in Mostra”, la fiera internazionale della canapa industriale e medica in programma da venerdì 27 a domenica 29 ottobre 2017 presso il padiglione 10 della Mostra d’Oltremare di Napoli.
La conferenza stampa che ha tenuto a battesimo l’evento ha visto anche la partecipazione del presidente dell’Associazione “Canapa in Mostra” che organizza la manifestazione, Emanuele Altezza, di Davide Gentile, curatore del libro “Canapa in Tesi” (raccolta di ricerche scientifiche e lavori universitari sulla canapa) e di Stefano Vecchio, dirigente del Servizio tossicodipendenze dell’Asl di Napoli.

«Portiamo a Napoli centinaia d’imprenditori da tutta Europa e dal Nord America. È un bene per la città, ed è la vittoria di un gruppo di lavoro che è riuscito a trasformare un interesse solo apparentemente “di nicchia” in una grande manifestazione capace d’attrarre decina di migliaia di giovani, e non solo, da ogni parte del Sud Italia e anche oltre. Un successo crescente, che quest’anno prevedrà nuovi spazi e un numero record di espositori», ha detto il presidente Altezza.

Poi “Canapa in Tesi”. «È il fiore all’occhiello della nostra iniziativa – le parole di Davide Gentile -. Siamo al secondo volume, ed è una soddisfazione vedere che diversi brillanti autori che hanno collaborato con noi siano riusciti a inserirsi nel mondo del lavoro per i loro studi sulla canapa. Molti sono napoletani e campani, nel solco di una tradizione che vedeva il nostro territorio leader del settore in un passato che vogliamo riscoprire».

La prefazione di “Canapa in Tesi” è firmata da Stefano Vecchio, che ha sottolineato «l’aspetto imprenditoriale e culturale, al tempo stesso, di un evento che vuole aprire nuovi orizzonti, combattendo un pregiudizio ancora fortissimo, che ignora come nel nostro Paese vi siano evidenze cliniche che affermano il valore terapeutico e scientifico della canapa, un tema su cui battere forte, in tempi di una discussione parlamentare molto tiepida».
Tra le tante novità della quarta edizione di “Canapa in Mostra”, che sarà arricchita da un fitto programma d’eventi correlati, c’è la collaborazione con il Comicon: in esclusiva tiratura limitata per la fiera, i Clipper con le grafiche del maestro Milo Manara.

Previste, nelle tre giornate dell’evento, conferenze scientifiche ad hoc e momenti culturali e musicali. Venerdì 27 e sabato 28 ottobre il padiglione di “Canapa in Mostra” sarà aperto dalle ore 11 alle 20. Domenica 29, invece, l’orario d’apertura sarà 12-21. In tutti e tre i giorni, i giardini della Mostra d’Oltremare di Napoli resteranno aperti dalle ore 11 e fino alle ore 23.

Rispondi