NAPOLI – Napoli. La nomina delle commissioni speciali sul “Patto per Napoli” e sulle “Universiadi” scatena la polemica in Comune. Il consigliere Anna Ulleto, del “gruppo misto”, contesta il criterio di scelta utilizzato non in linea coi principi di trasparenza e di rappresentatività. “E’ come se ci fosse un sistema trasversale che punta a tenere fuori dagli organismi di controllo chi non fa parte dello steccato – dichiara Anna Ulleto – tant’è che si è tenuto fuori dalle commissioni non solo la sottoscritta ma pure il consigliere Andrea Santoro. Chi e perché ha deciso di escludere due gruppi rappresentativi? Andremo avanti decisi perché non consentiremo che si possa calpestare la trasparenza e la partecipazione chissà in nome di quali interessi da tutelare”.

E ancora: “Al Comune – dichiara Anna Ulleto – pare che vi sia una regola strana: chi minaccia e alza la voce viene premiato. E’ il caso del presidente Vincenzo Moretto, il quale ha alzato il tiro sui consiglieri assenteisti nelle commissioni. Minacciando una denuncia alla Procura. Guarda caso, sarà una coincidenza, Moretto è stato eletto presidente. E la denuncia in Procura sugli assenteisti? Perché spara nel mucchio e non fa nomi? Moretto potrebbe spiegare chi sono i consiglieri che risultano presenti nelle commissioni quando invece sono assenti? Potrebbe spiegare se tra gli assenteisti che dovrebbe denunciare in Procura vi siano anche colleghi che lo hanno votato alla presidenza di commissione? Al Comune si sta rasentando il ridicolo. Comunque andremo avanti in una battaglia di legalità, di trasparenza e di rappresentanza. Spero che altri colleghi avvertano la sensibilità di rimediare ad una scelta scellerata frutto di uno strappo democratico maturato in queste ore”.

Rispondi