NAPOLI – A quanto pare la frattura al metacarpo riportata da Gonzalo Higuain avrebbe un periodo di convalescenza inferiore alle aspettative e siccome la mano non è un arto prevalentemente usato da un calciatore, l’operazione subita dal calciatore argentino potrebbe avere anche una convalescenza coordinata da una benda che protegge i vari blink di acciaio esterni che vengono apposti nell’operazione come spiega il dottor Gianni Borrelli ad Area Napoli: “La lesione del terzo osso del metacarpo, ridotta chirurgicamente con dei blink in acciaio e relativa fasciatura è perfettamente compatibile con il gesto atletico di un calciatore che ovviamente non usa le mani in maniera prevalente, non siamo nel caso della frattura di Bennet come quella che subiscono i pugili, ossia quella del secondo osso. Quindi se Gonzalo Higuain non giocherà al San Paolo sarà più per la sindrome di Natale e non certo per una lesione del genere, per altro recuperata chirurgicamente sei giorni prima”.

Rispondi