Il Procuratore aggiunto antimafia e capo della Dda di Napoli Giuseppe Borrelli ha definito la fiction tv Gomorra una “rappresentazione del folcloristica del crimine organizzato“. La tesi è stata esposta a Bologna, durante l’incontro dal titolo ‘Come le mafie persuadono i giovani’.

Borrelli, come si legge anche su Napoli Today, ha puntato il dito contro Gomorra e contro alcuni videogiochi come ‘Mafia’: “Gomorra è una rappresentazione tranquillizzante, limita la percezione del nostro fenomeno mafioso“, ha aggiunto il Procuratore. “La camorra oggi dovrebbe essere rappresentata per quello che è, molto diversa da dieci anni fa. Fornire invece quella rappresentazione folcloristica distoglie dalla nuova configurazione della camorra ed è pericoloso“.“

 

Rispondi