Resta sintonizzato

POLITICA

Vuoi che l’icona diventi blu?

Pubblicato

il

E ‘ ufficiale, firmato a 10:33. È anche passato in TV. Facebook comincerà a fatturare quest’estate. Se copi questo al suo muro la tua icona sarà blu e facebook sarà gratuito per te. Si prega di trasmettere questo messaggio, se questo non è un dato di fatto, la sua icona sarà soppressa.
P. S: è una cosa seria, l’icona diventerà blu.

Deve essere proprio una cosa seria, perché l’icona blu è invidiata da tutti e averla a pagamento sarebbe una gran bella rottura.

Meglio gratis allora, tanto per quello che costa fare un copia/incolla conviene provarci. E un po’ come la scommessa di Pascal insomma, si deve credere che Dio esiste in modo che se fosse vero otterremmo la salvezza, se fosse una menzogna finiremmo comunque in polvere.

Quello che desta preoccupazione, invece, è la devastante ignoranza della maggior parte della gente che abita i social, la reiterazione di azioni che ormai tutti sanno che sono panzane, catene inventate da chi conosce bene la portata intellettuale dei praticanti la religione del “copio il cazzo che  mi pare”, alla stessa stregua, non me ne vogliano gli amanti del genere, di chi assiste ai programmi della Barbara biscionesca,

E a me cadono le braccia, forse anche i capelli, tale è la preoccupazione per il futuro prossimo di questa umanità inebetita da bufale di ogni sorta e catene con anelli da mettere al naso.

Mi verrebbe da chiamarli Asini, ma occorrerebbe chiedere a quest’ultimo se si offende, e scommetto che la risposta sarebbe positiva.

Allora mi limito a un atto di pietà nel loro confronti esortandoli a comprarsi un cervello, magari anche usato, ai mercatini se ne trovano a buon prezzo.

Per chiarezza specifichiamo che Il bollino blu di pagina verificata viene in automatico se si tratta di attori, celebrità o marchi famosi in genere dopo una verifica da parte di facebook. Non è possibile richiedere di verificare la pagina.

Quindi se non siete attori, celebrità, se non rappresentate un marchio registrato, ma avete solo la faccia di un comunissimo e sfigatissimo mortale come me, potete fare quanti copia/incolla vorrete, non vi diventerà mai blu, a meno che non vi convertiate alla religione dei Puffi.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POLITICA

Da giovedì torna l’inverno sulla Campania: freddo e vento

Pubblicato

il

Torna il freddo da giovedì 20 gennaio su tutta la Campania, con temperature in picchiata e possibili nevicate anche a bassa quota. Colpa di un vortice di gelo artico proveniente dall’Atlantico e che dopo aver attraversato mezza Europa, valicherà le Alpi e scenderà lungo la penisola arrivando in Campania nella giornata di giovedì, spazzando via gli ultimi scampoli del vasto anticiclone che invece aveva fatto da “scudo” in questi giorni, regalando un clima piuttosto mite, caratterizzato dal sole seppure con temperature leggermente al di sotto delle medie stagionali.

Ma sarà una parentesi come detto destinata a chiudersi entro giovedì, con un drastico peggioramento proprio nel fine settimana, quando oltre al crollo delle temperature arriveranno anche le giornate di pioggia: un mix che porterà alla formazione di neve non solo sulle vette più alte della Campania, come i monti dell’appennino e il Vesuvio, ma anche a bassa quota. Il rischio neve è alto anche a bassa quota: rischio neve anche nei capoluoghi di Avellino e Benevento, ma i fiocchi sono attesi anche a Napoli, sulle zone collinari (Vomero e Camaldoli). Non ci sono allerte meteo, per il momento: ma non è escluso che, tra venti forti e rischio gelate, i primi avvisi della Protezione Civile regionale possano giungere proprio tra giovedì e venerdì, con particolare attenzione al fine settimana. L’inverno, del resto, è ormai inoltrato: e farà la sua irruzione in Campania a partire dal 20 gennaio, giorno in cui ci sarà una solta di passaggio di consegne tra il clima mite della prima metà di gennaio e quello freddo della seconda. Del resto, gennaio porta il nome del dio Giano dei romani, famoso proprio per avere due facce totalmente diverse l’una dall’altra. Una somiglianza che si riflette anche nel clima di gennaio.

Continua a leggere

POLITICA

Covid in Campania, il bollettino del 17 gennaio: pochi tamponi, scendono i casi ma 31 morti

Pubblicato

il

Covid Campania, il bollettino del 17 gennaio 2022 – Consueto appuntamento con l’Unità di Crisi della Regione Campania che quotidianamente aggiorna sui contagi rilevati sul territorio. Oggi sono 9.370 i nuovi positivi (ieri +17.667) a fronte di pochi tamponi effettuati 53.819 (ieri erano stati il doppio +104.906).

Il tasso di positività è in lieve salita e si attesta al 17,41% contro il 16,8% dell’ultimo aggiornamento. I decessi sono 25 nelle ultime 24 ore più 6 deceduti in precedenza ma registrati ieri (+5 nel bollettino di ieri). Aumenta il numero dei ricoverati in terapia intensiva mentre scendono quelli in area medica.

  • Posti letto di terapia intensiva disponibili: 699
  • Posti letto di terapia intensiva occupati: 92, +5
  • Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
  • Posti letto di degenza occupati: 1.311, -49
Continua a leggere

POLITICA

San Giorgio a Cremano, all’alt scappa in contromano: arrestato 43enne

Pubblicato

il

SAN GIORGIO A CREMANO – Gli agenti del Commissariato Ponticelli durante la serata di oggi, nel transitare in via Luca Pacioli, hanno intimato l’alt ad un uomo a bordo di un’auto il quale dopo essersi fermato ha innestato la retromarcia e si è dato alla fuga.

Ne è seguito un lungo inseguimento. Il soggetto in questione ha effettuato una serie di manovre piuttosto pericolose

Ne è nato un lungo inseguimento durante il quale il conducente ha effettuato manovre pericolose per la circolazione stradale e, in via Dalbono, ha impattato contro un veicolo proveniente dal senso opposto di marcia proseguendo la sua corsa fino a quando, in via Cook a Ercolano, ha abbandonato il veicolo per continuare la fuga a piedi facendo perdere le sue tracce.

Poco dopo, i poliziotti del Commissariato San Giovanni- Barra hanno rintracciato l’uomo, intestatario dell’auto abbandonata in precedenza, nei pressi della sua abitazione a San Giorgio a Cremano identificandolo per G.O., 43enne napoletano, e lo hanno arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Inoltre, gli sono state contestate 7 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, mancato uso delle cinture di sicurezza, circolazione contromano, velocità non commisurata, mancata precedenza, per non essersi fermato all’alt e per non essersi fermato in un sinistro stradale con soli danni a cose; infine, l’auto è stata sequestrata.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante