Resta sintonizzato

Casoria

Casoria: un anno di “Terra Nostra”

Pubblicato

il

Sabato 16 luglio a Casoria lo spazio “occupato” Terra Nostra ha festeggiato il suo primo anno di vita, una grande soddisfazione per un grande evento curato nei minimi particolari. Una strepitosa festa impreziosita anche dalla band napoletana La Maschera, che, davanti ad una fiumana di gente, si è esibita, sfoggiando il meglio del loro repertorio e non solo. Tra critiche e polemiche, ormai dissipate, l’impegno e la perseveranza ha trionfato, ma soprattutto la volontà dei tanti giovani, che un anno fa hanno dato vita a Terra Nostra, un presidio diventato fucina di cultura, spettacolo, aggregazione sociale e risposta alla solita e sterile vecchia politica, un luogo dove i ragazzi possono confrontarsi e progettare il loro futuro, in modo sano, senza speculazioni. Terra Nostra è un collettivo che nasce dalla collaborazione tra gli abitanti del territorio e dei militanti storici del luogo, un collettivo di persone accomunato dalla voglia di cambiare, dalla sfiducia verso le istituzioni, è sostanzialmente una voglia di riscatto che poi si è tramutata nella necessità di avere uno spazio, di liberare uno spazio – ci dice Francesco Giampietro – noi stiamo governando questo spazio, ed è un esempio di come si potrebbe gestire la città, quella di stasera è stata una bellissima serata, sotto tutti i punti di vista. Insomma, Terra Nostra è davvero una fantastica realtà, un’alternativa sociale e non solo, un grido di ribellione, l’eco imperituro di chi vive la città e non vuole farsi fagocitare dal meschino tranello della fallimentare ed atavica politica, ai tanti ragazzi che in questo anno ci hanno messo l’anima e il sudore vanno i nostri auguri, ricordano che “ A Terra è a nostra e nun s’adda tuccà”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Casoria

Casoria, investe pedone e non si ferma per soccorrerlo: era già agli arresti domiciliari

Pubblicato

il

I carabinieri della sezione radiomobile di Casoria hanno arrestato per evasione ed omissione di soccorso Domenico Eredità, 47enne del posto, già ai domiciliari.

Il 47enne, nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari, ha lasciato la sua abitazione e si è messo in sella ad uno scooter. In via Duca d’Aosta ha investito un pedone e non si è fermato a prestare soccorso. I carabinieri hanno assistito alla scena e lo hanno inseguito, bloccandolo poco più avanti. La vittima è stata portata in ospedale e poi dimessa con due giorni di prognosi.

Eredità è stato trasferito in camera di sicurezza in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Casoria

Casoria, più di 500 auto rubate dall’inizio dell’anno: nelle ultime 48 ore, 8 denunce e 2 arresti

Pubblicato

il

8 persone denunciate e 2 arrestate nelle ultime 48 ore, tutte per furti d’auto. Due giorni intensi per i Carabinieri della compagnia di Casoria, da sempre impegnati in un capillare controllo del territorio. Un bilancio che va ad arricchire una statistica già impressionante: dall’inizio dell’anno sono più di 500 le auto rubate rinvenute dai militari di Casoria e poi restituite ai legittimi proprietari.

Ma ripercorriamo le ultime ore partendo dalle tre persone sorprese a Casoria mentre tentavano di forzare la portiera di una Fiat 500x parcheggiata in strada.

I 3 si sono accorti della pattuglia e sono fuggiti, abbandonando nel veicolo alcuni attrezzi per lo scasso e un jammer. Uno di loro portava in tasca la carta d’identità e durante la fuga l’ha persa in strada.

Grazie alla sua distrazione e all’analisi delle immagini di videosorveglianza, i militari sono stati in grado di identificare e denunciare l’intera banda.
Nella vicina Casavatore, ancora altre tre persone sono state denunciate perché trovate in possesso di chiavi alterate e codificatori di frequenza, utilizzati per i furti di autovettura.
Parti di auto rubate sono state trovate in una ditta di ricambi a Casoria. Denunciati per riciclaggio i due gestori.
E’ di poche ore fa, invece, l’arresto di due persone ancora a Casoria. Sono state bloccate mentre provavano a disfarsi di un dispositivo satellitare installato su un’auto appena rubata a Frattaminore. Sono ora ai domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Afragola

Dramma a Casoria, malore sulla Sannitica mentre era sullo scooter con la moglie: morto professore 47enne

Pubblicato

il

Colto da malore mentre era alla guida del motorino. Una tragedia consumatasi nella mattinata di domenica sulla Statale Sannitica. A perdere la vita è Vincenzo Vitolo, che stava percorrendo il tratto insieme alla moglie, in sella al veicolo.

L’uomo aveva 47 anni, insegnante di arte e tatuatore. «Ciao Enzo» accompagnata dall’immagine di una candela, così questa mattina i profili social della scuola media Rocco di Afragola sono dedicati al giovane professore: «Con profondo dolore, tutta la nostra comunità scolastica piange la perdita del professore. Buon viaggio amico carissimo sarai sempre nel nostro cuore e in quello di tutti i tuoi alunni».

Sul posto sono intervenute pattuglie della polizia municipale, che hanno eseguito i rilievi.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy