Resta sintonizzato

Casoria

Casoria: un anno di “Terra Nostra”

Pubblicato

il

Sabato 16 luglio a Casoria lo spazio “occupato” Terra Nostra ha festeggiato il suo primo anno di vita, una grande soddisfazione per un grande evento curato nei minimi particolari. Una strepitosa festa impreziosita anche dalla band napoletana La Maschera, che, davanti ad una fiumana di gente, si è esibita, sfoggiando il meglio del loro repertorio e non solo. Tra critiche e polemiche, ormai dissipate, l’impegno e la perseveranza ha trionfato, ma soprattutto la volontà dei tanti giovani, che un anno fa hanno dato vita a Terra Nostra, un presidio diventato fucina di cultura, spettacolo, aggregazione sociale e risposta alla solita e sterile vecchia politica, un luogo dove i ragazzi possono confrontarsi e progettare il loro futuro, in modo sano, senza speculazioni. Terra Nostra è un collettivo che nasce dalla collaborazione tra gli abitanti del territorio e dei militanti storici del luogo, un collettivo di persone accomunato dalla voglia di cambiare, dalla sfiducia verso le istituzioni, è sostanzialmente una voglia di riscatto che poi si è tramutata nella necessità di avere uno spazio, di liberare uno spazio – ci dice Francesco Giampietro – noi stiamo governando questo spazio, ed è un esempio di come si potrebbe gestire la città, quella di stasera è stata una bellissima serata, sotto tutti i punti di vista. Insomma, Terra Nostra è davvero una fantastica realtà, un’alternativa sociale e non solo, un grido di ribellione, l’eco imperituro di chi vive la città e non vuole farsi fagocitare dal meschino tranello della fallimentare ed atavica politica, ai tanti ragazzi che in questo anno ci hanno messo l’anima e il sudore vanno i nostri auguri, ricordano che “ A Terra è a nostra e nun s’adda tuccà”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

Casoria, precipita un albero in via Giacomo Matteotti

Pubblicato

il

Nel serata di lunedì, un albero di grandi dimensioni è caduto al suolo in via Giacomo Matteotti a Casoria. 

A causa dello schianto, è crollato in parte il muro di cinta di un edificio situato nell’area circostante. Sul posto sono giunti nell’immediato i vigili del fuoco e gli agenti della polizia municipale, che hanno effettuato i primi rilievi e verificato l”assenza di feriti. Nessuno dei residenti della zona, infatti, si trovava all’aperto in quel momento.

Continua a leggere

Casoria

Casoria. Manca l’acqua da troppo tempo: 92enne chiede aiuto ai Carabinieri

Pubblicato

il

I Carabinieri da sempre si distinguono per episodi di generosità ed altruismo.

Ieri mattina, lunedì 23 agosto, a Caivano la rottura di una conduttura idrica dell’acquedotto campano ha interrotto la fornitura d’acqua che ha interessato alcune aree del Comune di Cardito, Afragola e Casoria. Tutto questo, ovviamente, ha portato disagi per l’intera popolazione.

Arrivata la sera, una 92enne di Casoria, che vive da sola, ha chiamato il 112. Il troppo caldo l’aveva disidratata. Voleva solo sapere dai Carabinieri quando sarebbe tornata l’acqua per potersi lavare e bere.

La centrale operativa ha così avvertito la pattuglia della Tenenza di Arzano e gli ha raccontato ciò che era appena avvenuto.

Il Brigadiere e il Carabiniere, dopo pochi minuti, si sono recati a casa dell’anziana. Per lei alcune bottiglie d’acqua.

Un piccolo gesto per portare alla signora non solo quello di cui aveva bisogno ma anche un pizzico di serenità.

Continua a leggere

Casoria

Casoria. Tentano una rapina al distributore di benzina, sventata dalla guardia giurata

Pubblicato

il

A Casoria, all’alba, i Carabinieri della locale compagnia di sono intervenuti in via Nenni presso un distributore di benzina per una tentata rapina.

Una guradia giurata e riuscita a sventare la rapina, al distributtore, dove era in servizio.

Il vigilante ha esploso due colpi, quando ha visto arrivare i due rapinatori intenzionati a rubare l’incasso della sera prima.

Anche un rapinatore ha esploso, in corsa, un proiettile. Le forze dell’ordine ora stanno indagando per trovare i due rapinatori

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante