Resta sintonizzato

Caivano

[VIDEO] [ESCLUSIVA] CAIVANO: Neanche Stalin si sarebbe sognato la conduzione di un Consiglio Comunale simile

Pubblicato

il

Si scrive Del Gaudio, si legge Stalin. Conduzione di bassissimo livello, quella del presidente del Consiglio ieri negli androni del plesso scolastico “Scotta”

CAIVANO: I cittadini caivanesi presenti ieri al consiglio comunale, a dire il vero c’era pure qualcuno che assisteva per la prima volta, sono stati testimoni una vera è propria esecuzione in piena regola. Ieri per l’ennesima volta, tra le mura del plesso “Scotta”, sindaco, consiglieri e presidente del consiglio, hanno barbaramente ammazzato la Democrazia (la “d” maiuscola non è messa a caso), con atti arroganti e vili, degni del peggior dittatore passato alla storia come carnefice del bene pubblico, questi signori si sono impadroniti della gestione della seduta consiliare e l’hanno condotta a proprio uso e consumo.

Il momento clou è avvenuto quando una capannello di signore residenti al Parco Verde, contestava apertamente il sindaco Monopoli, che a loro dire, in campagna elettorale, aveva promesso case nuove e ristrutturate, ma quando poi salito allo scranno più alto del paese, non ha preso minimamente in considerazione le richieste fatte dai residenti del Parco Verde, che vivono in condizioni disumane, ai limiti della decenza. Ad un certo punto, il dott. Raffaele Del Gaudio, presidente del consiglio comunale, stufo di ascoltare le remostranze delle cittadine arrabbiate, ha cominciato a zittire la folla, facendo appello ad un regolamento comunale più vecchio di lui, scritto forse dai suoi avi, comunicando ai presenti che quel modo di manifestare non era affatto democratico, non tenendo conto che il manifestare con voce alta è sinonimo di passione, la democrazia invece è un’altra cosa, poiché le signore non hanno aggredito nessuno, chiedevano solamente i propri diritti e quello che gli era stato promesso.

A ledere la Democrazia, invece, è stato proprio l’avv. Del Gaudio, quando dietro proposta del consigliere Gaetano Ponticelli e vista l’assenza delle forze dell’ordine ed un’eventuale mancanza di protezione per le proteste ricevute, ha chiesto ai consiglieri, sindaco e assessori se erano d’accordo col sospendere il consiglio per cinque minuti, tra i presenti gli unici ad alzare la mano sono stati lo stesso Ponticelli e il sindaco Monopoli. Dopo questa votazione il presidente del Consiglio, evidentemente vista la scelta di quelli che secondo lui contano veramente, ha dichiarato sospesi i lavori per i cinque minuti richiesti. Questo è il senso di democrazia che hanno i nostri politici, manco una conta sulla maggioranza, non sanno o non vogliono fare, ormai è lapidare ed oggettivo il senso di padronanza che spinge questi esseri che governano la nostra città e la mancanza di rispetto che hanno verso quei cittadini che erano lì attenti a conoscere le sorti della vita politica caivanese, visto che quello di ieri è stato il consiglio dove si decideva la revoca o le dimissioni del sindaco Monopoli.

Un altro spettacolo poco edificante, l’ha dato proprio la figlia del Presidente Del Gaudio che alle proteste delle signore dissidenti, nei confronti del sindaco prima e nei confronti del padre poi, ha apostrofato con il termine “delinquenti” tutti gli abitanti del Parco Verde, in quell’istante, dopo l’infelice intervento della Del Gaudio, si è temuto il peggio, poiché le proteste delle signore, accompagnate dal loro rappresentante Antonio Annavale (ex candidato, proprio in una delle liste che appoggiava Monopoli come sindaco), stavano per sfociare in rissa, forse era proprio quella, la reazione che auspicava la figlia del Presidente, per avvalorare la sua tesi xenofoba e razzista, anche perché, come si vede dal video, continuava a prendere le distanze da Annavale con fare arrogante e presuntuoso, evidentemente l’educazione e la protezione impartita dal genitore che, ricordiamolo, di professione fa il politico e non l’avvocato, ha fatto si che la sua figliola restasse sempre all’oscuro dell’esistenza di persone che fanno enormi sacrifici per guadagnarsi un piatto caldo, che non hanno vissuto nella bambagia e che non si sono mai ritrovate tra la folla ad applaudire il proprio genitore protagonista.

Questi sono stati i fatti più eclatanti successi nell’assise di ieri, visto il noiosissimo epilogo già annunciato, col dietrofront dell’ex dissidente Domenico Falco di “Noi Insieme con Monopoli” che ha permesso al sindaco cardiologo di conservare la risicata maggioranza con un solo elemento di differenza. Solo il tempo ci dirà con quali mezzi, il sindaco Monopoli, continuerà a governare, forse facendo un altro patto col diavolo, nel quale chiederà l’immunità perenne, virale e batteriologica, di tutti i suoi consiglieri, onde evitare bocciature eclatanti nei prossimi consigli comunali.

 

Attualità

Caivano, apre lo Skatepark: atleti e appassionati di skateboard arrivati da tutta Italia

Pubblicato

il

Prime gare, con grande partecipazione, nel nuovo skatepark del centro Pino Daniele di Caivano.
Gli atleti e gli appassionati dello skateboard sono arrivati da tutta Italia. Al via il campionato nelle categorie junior, open e master.

L’evento è stato patrocinato da Sport e Salute e Illumina Caivano ed organizzato da Napoli Sk8 ASD di Massimo Calviati e dal Comitato Regionale Campano della Fisr (la Federazione italiana sport rotellistici) in collaborazione con Napoli Skateboarding Asd, Surf Your City e Roller Avellino Asd, tutte associazioni impegnate per lo sviluppo delle skate school e dello skateboarding in Campania.

Lo ‘stadio’ dello skate, campo di gara internazionale di livello medio/alto di difficoltà, è stato inaugurato lo scorso maggio dalla premier Meloni all’interno dell’ex centro Delphinia ed ha così avuto il battesimo agonistico con le gare, sia maschili che femminili, nelle tre categorie.

Tutte le fasi di gara e le premiazioni sono state raccontate dallo speaker Livio Annunziata di Surf Your City Napoli e grande soddisfazione per tutta l’organizzazione è stata espressa da Nicola Perrone direttore del Centro ‘Pino Daniele’ e dal Presidente del Comitato regionale della Fisr Francesco Rossi.

Questi i vincitori, secondo quanto si apprende dall’Ansa: Junior femminile, Greta Cecconi, 10 anni, Napoli, Skateboarding Asd; junior maschile, Alessio Buccione, 8 anni, Napoli Skateboarding Asd; ⁠Open Femminile, Giorgia Tomeo, 16 anni Roller Avellino Asd; ⁠open Maschile, Fabrizio Russo, 18 anni, Caserta, tesserato per Napoli Skateboarding Asd; ⁠master maschile, Paolo Giannattasio, 45 anni, Battipaglia, per Napoli skateboarding Asd.

Continua a leggere

Caivano

Stupri a Caivano: condannati tre dei sette minorenni coinvolti

Pubblicato

il

Due condanne a 9 anni e una a 10 anni di reclusione: questo il verdetto del giudice del tribunale per i minorenni di Napoli Anita Polito, al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato, emesso nei confronti di tre dei sette minorenni coinvolti negli abusi compiuti la scorsa estate a Caivano, in provincia di Napoli, ai danni di due cuginette di 12 e 10 anni.

La sentenza è giunta al termine di una breve camera di consiglio.

Il 5 luglio, pene tra 9 anni e 10 anni e otto mesi di reclusione, erano state invocate dal pm Claudia De Luca. Lo stesso giorno erano stati condannati due maggiorenni coinvolti nelle violenze.

Continua a leggere

Caivano

Caivano, stabilito Piano di Emergenza Comunale nella riunione convocata dalla Commissione Straordinaria

Pubblicato

il

Si è tenuta nel pomeriggio di ieri presso il Comune di Caivano una riunione convocata dalla Commissione Straordinaria, composta da Filippo Dispenza,  Simonetta Calcaterra e Maurizio Alicandro, a cui hanno partecipato tutti i componenti del Centro Operativo Comunale (COC), l’importante organo chiamato ad intervenire in caso di emergenze di protezione civile.

La Commissione Straordinaria, già nello scorso mese di marzo, ha deliberato l’aggiornamento del piano comunale di emergenza, che risaliva al 2015, ed a maggio ha provveduto a costituire il COC, che ieri si è riunito per stabilire le modalità operative, individuare le figure dei sostituti per ogni singolo componente e per approfondire la conoscenza delle funzioni che ciascuno è chiamato a svolgere in caso di calamità. 
Si è stabilito, inoltre, di organizzare nei prossimi giorni presso il Castello Medievale di Caivano un incontro informativo aperto alla cittadinanza, nel corso del quale saranno spiegate tutte le misure di protezione civile previste nel piano di emergenza e verrà distribuito un vademecum con le indicazioni utili per fronteggiare ogni situazione di rischio.

La Commissione Straordinaria, nel corso dell’incontro, ha annunciato anche l’intenzione di allestire una Sala Operativa presso la sede comunale di Via Marzano, mediante l’acquisto di tutta la strumentazione tecnologica necessaria per i collegamenti in videoconferenza con la Prefettura di Napoli e tutti gli altri Enti facenti parte del sistema di protezione civile.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy