Resta sintonizzato

Senza categoria

Un segnale funesto per il Calcio Napoli

Pubblicato

il

L’ho visto sui giornali, e dove altrimenti? Aggiunge un altro pezzo -e non vi dico di cosa- al suo folto curriculum mediatico, quello fatto di incontri con ministri, trasmissioni televisive, pubblicazioni di  libri, foto in compagnia di personaggi più o meno noti, mentre il suo quartiere muore e si dimena nella morsa dello spaccio e della povertà, della voglia di riscatto e dell’omertà.

Non vi farò il suo nome, mi comporto come chi ha scritto dell’esposto anonimo ai Carabinieri (quello che taccia la maggior parte della politica caivanese di essere asservita alla camorra)  su un altro giornale locale. Eppure, anche in quel caso, noi di Minformo, i nomi li facemmo.

Perché i nomi fanno paura, perche la camorra non ci pensa due volte prima di agire, è un veleno ignorante che sa bene come uccidere e in questo caso non lo nomino non perché mi fa paura, bensì vorrei che si leggesse tra le righe.

Quando sai che si confonde l’Ostensione con l’ostentazione, allora sai pure che bisogna cominciare a preoccuparsi. Quando l’uomo mette al centro dell’universo se stesso finisce sempre per causare danni, da quello di Adamo ed Eva a quello della prima Atomica.

Allora direi che, in questo caso, questo personaggio, attore talentuoso e trasformista di fame superiore ad Arturo Brachetti, colui che conosce bene come attirare a se fama e folle, ha superato se stesso, merita un applauso.

Ha ostentato la sua persona anche durante la celebrazione della Messa per il Calcio Napoli, ha ostensato se stesso ostentando uno dei maggiori sette vizi capitali, la superbia che, non a caso, compare per primo nell’elenco stilato dal suo datore di lavoro.

Fossi al posto dei tifosi mi toccherei, volendo parafrasare il buon Bonolis, “le pudenda”. È profetico farsi fotografare insieme a chi ha costruito sul fumo e sulla monnezza la sua fortuna. Non vorrei che questo fosse un campionato di fumo e di monnezza, appunto.

Occhio ragazzi!

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Dramma di Pasquetta: uomo avvolto dalle fiamme durante una grigliata

Pubblicato

il

Un grave incidente domestico è avvenuto ieri, lunedì 5 aprile, in provincia di Salerno, a San Cipriano Picentino.

Un uomo di 50 anni è stato infatti avvolto dalle fiamme durante la grigliata di Pasquetta.

A causa di un “ritorno di fiamma” il 50enne è ricoverato in condizioni molto gravi presso il Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Cardarelli di Napoli.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo si apprestava ad accendere il fuoco per il barbecue per la classica grigliata del lunedì di pasquetta, quando in pochi attimi, a causa del ritorno di fiamma, è stato avvolto dal fuoco.

I familiari hanno provato a spegnere le fiamme utilizzando coperte e hanno richiesto con urgenza l’intervento di un’ambulanza.

L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Ruggi di Salerno, ma a causa delle gravi ustioni su più del 50% del corpo i medici hanno deciso il trasferimento in eliambulanza al reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli.

Il 50enne si trova ora ricoverato al reparto grandi ustioni in gravissime condizioni.

Continua a leggere

Senza categoria

Emergenza Covid-19 ad Afragola: i dati dell’ultima settimana

Pubblicato

il

Ad Afragola continuano ad aumentare i contagi da Covid-19. Nell’ultima settimana si sono registrati 214 contagiati , 203 guariti e 5 deceduti.

Di seguito il comunicato:

I dati dell’ultima settimana estrapolati dal portale E – Covid della Regione Campania e riferiti al 1 Aprile, ci indicano che 214 cittadini sono risultati contagiati al virus “Sars Cov-2” , 203 guariti e 5 deceduti.

Le persone attualmente positive sono 849; le guarite sono 3280. Il numero totale dei tamponi effettuati è di 23751; mentre 56 sono i deceduti“.

Continua a leggere

Senza categoria

Covid, fa il tampone al posto della madre positiva: denunciate entrambe

Pubblicato

il

Siamo a Trieste, dove una donna di 36 anni, già positiva al Covid, ha inviato la figlia 21 enne al suo posto, per sottoporsi al tampone. La sostituzione però, è stata subito scoperta dagli agenti in abiti civili della Squadra Mobile della Questura di Trieste, che hanno denunciato le due donne.

In particolare, le due donne, sono state notate mentre si scambiavano i documenti e confulabavano in modo sospetto tra loro: a quel punto gli agenti, incuriositi, hanno identificato madre e figlia di origini sudamericane, regolarmente dimoranti a Trieste, che in seguito ad una verifica presso il personale sanitario, sono state inchiodate. Le due, sono state denunciate per il reato di sostituzione di persona in concorso; alla figlia è stata contestata anche una sanzione amministrativa per essere uscita di casa senza giustificato motivo data la zona rossa; alla madre è stata anche contestata la contravvenzione prevista per non aver avuto un comportamento che impedisse la diffusione di una malattia infettiva per l’uomo.


Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante