Resta sintonizzato

Ambiente

CAIVANO: Roghi tossici? Ci pensano i nostri angeli…

Pubblicato

il

determina1

Determina che stabilisce un’erogazione di una Tantum per l’acquisto di materiale

determina2

Determina che stabilisce i rimborsi spese anticipati

Da qualche settimana la nostra redazione si sta occupando dei roghi tossici, quei fumi che soprattutto di notte siamo costretti   a respirare contro la nostra volontà, per mano di scellerati e criminali che sicuramente non amano la nostra terra. Ebbene, tra interviste e inchieste, abbiamo ribadito più volte che, purtroppo, il lavoro più importante non viene svolto, ovvero quello della prevenzione e del controllo delle campagne; l’attuale amministrazione, Sindaco in primis, aveva speso tantissime parole sul problema ambientale  che attanaglia Caivano sotto il profilo della prevenzione, mentre per il controllo dovrebbero esserci le fantomatiche Guardie Ambientali, da noi definite “angeli custodi”, perché ci sono ma non si vedono, l’unico atto tangibile sono le determine che ammontano a  6. 050 Euro, a favore di questi ultimi. Va precisato che, i Volontari delle Guardie Ambientali di Caivano, proprio Volontari non sono (mai visto dei volontari chiedere il rimborso spese), per le cifre che sopra abbiamo riportato, ad avallare quello che scriviamo, vi è anche un altro dato oggettivo, ovvero, Caivano ha un’estensione territoriale di quasi 30 km², e sulla carta il numero di forza “lavoro” è di nove unità, ma fattivamente arrivano alla esigua somma di tre, tra l’altro, molti non sono nemmeno a conoscenza della presenza dei Volontari delle Guardie Ambientali. Il decano e sempiterno Vito Coppola però, ha apposto la sua firma, determinando la cifra sopracitata, forse il funzionario del IV settore (V. Coppola) è l’unico che ne è a conoscenza, giusto per ribadire lo spreco di denaro pubblico e il dissesto finanziario ereditato dalle passate amministrazioni

Inoltre, grazie al “Patto della Terra dei Fuochi”, dalla Regione Campania, arriveranno 500 mila euro, da ripartirsi con il Comune di Crispano, di cui 31 mila euro, saranno destinati ai Volontari delle Guardie Ambientali per motivi non ben specificati nella delibera comunale.

Attualità

Terremoto ai Campi Flegrei, paura tra i bagnanti a Monte di Procida: una frana parte del costone roccioso

Pubblicato

il

Momenti di panico a Monte di Procida, nei Campi Flegrei, dove poco fa una frana ha provocato il crollo di una parte del costone roccioso a ridosso della spiaggia, seminando sgomento e paura tra i bagnanti. 

Al momento, non si hanno notizie di eventuali feriti o danni. L’evento è stato filmato e subito condiviso sui social da una bagnante che si trovava in spiaggia al momento del crollo.

Secondo quanto comunicato dall’Osservatorio Vesuviano, a partire dalle 11.57 è in corso una sequenza di eventi sismici con magnitudo massima preliminare Md = 2.6 ± 0.3 ad una profondità di 2,7 chilometri. 

Non è ancora chiaro se la frana sia collegata al terremoto di magnitudo 2.6 registrato oggi ma tutto lo lascia pensare

Continua a leggere

Attualità

Sciame sismico in corso ai Campi Flegrei: epicentro Pozzuoli-via Napoli

Pubblicato

il

Uno sciame sismico è in atto nei Campi Flegrei.

A partire dalle 4 di stamattina, sono state diverse le scosse registrate.

Come si evince anche dal sito dell’Osservatorio Vesuviano, al momento la scossa più forte ha raggiunto una magnitudo 2.0 con epicentro nella zona lungomare di Pozzuoli – Via Napoli.

Continua a leggere

Attualità

Droni sui Campi Flegrei: controlli su vie di fuga e facciate degli edifici

Pubblicato

il

Da lunedì 8 luglio, partiranno anche a Napoli le attività previste dal piano di lavoro di analisi termografica, tramite drone, degli edifici che ricadono sulla viabilità principale delle zone rientranti nel fenomeno bradisismico dei Campi Flegrei.

Lo riferisce Palazzo San Giacomo con una nota.

Le attività – comprese nel Piano straordinario di analisi della vulnerabilità delle zone edificate direttamente interessate dal fenomeno bradisismico – saranno realizzate dalle strutture di supporto al Dipartimento di Protezione civile nazionale.

La finalità è quella di valutare lo stato di consistenza delle facciate degli edifici prospicienti la principale viabilità di emergenza, sul territorio napoletano riguarderà piazza Bagnoli, via G. Cerbone, piazza G. Salvemini, viale J.F. Kennedy, via Bagnoli, Via Nuova Bagnoli, via Nuova Agnano, via Diocleziano, via S. Ferrara, via di Pozzuoli, via S. Italico.
Nella settimana dall’8 al 12 luglio le attività si svolgeranno dalle 7 alle 11. Si partirà dalla stazione Dazio per iniziare l’attività lungo via di Pozzuoli, a partire dal civico 100, e si proseguirà in continuità su via di Bagnoli. Le squadre saranno riconoscibili perché indosseranno le magliette di ReLuis o quelle del laboratorio Lift.


(fonte: meteoweb.eu)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy