Resta sintonizzato

Attualità

CARDITO: i misteri dell’Ambito 19, la problematica del cimitero e i palazzi fatiscenti… Ecco la politica del fare

Pubblicato

il

Mentre il sindaco Cirillo è proiettato verso la Città Metropolitana, Cardito cola a picco, e questo sembra non interessare sia l’amministrazione che il Primo cittadino. Il Comune fa acqua da tutte le parti, abbiamo esaurito gli aggettivi per definire lo stato in cui versa la povera cittadina a nord di Napoli, infatti, come già ribadito negli articoli scorsi, tanti sono i punti da attenzionare; Con il Cirillo bis,  questa è la domanda che tutti i cittadini si pongono, cosa è cambiato? Ah ecco, il Sindaco nel 2012 si è candidato da geometra e nel 2015 si è ricandidato da Ingegnere, a parte questo tutto è rimasto invariato. Tra la miriade di problemi, ve ne sono alcuni che davvero fanno rabbrividire, in primis la tanto decantata TRASPARENZA, questione davvero spigolosa, se non aberrante, restiamo in Ambito, si, quello 19, per non parlare del Consorzio Cimitero e dello sgretolamento dei palazzi. Gli uomini della politica devono capire che questa storia deve finire, perché gli UOMINI del popolo hanno le tasche piene, e questo è un dicotomico eufemismo, perché, le tasche sono vuote e di pieno hanno altro…basta con gli accordi, con le strategie, con i patti, con chi è stato Sindaco e crede di esserlo ancora, basta con chi è incapace e crede il contrario, basta con chi non lavora e crede che la politica sia un lavoro, basta con le raccomandazioni e le conoscenze, basta con i sogni…chi legge potrebbe pensare che noi del Minformo siamo illusi sognatori e che la legalità, la meritocrazia e la giustizia, siano solo evanescenti chimere, ma noi vogliamo correre questo rischio, del resto Walt Disney ha reso reale qualcosa di astratto e il buon Steve Jobs ci lasciò con una frase toccante, “Siate folli”. Ritornando ai problemi del paese, cerchiamo di andare per ordine: la questione Ambito 19 è di facile lettura, nulla di nuovo, un palese e squallido atto, o meglio dire, una triste farsa, basti vedere in graduatoria i nomi che sono stati “selezionati” per occupare i profili professionali, quasi tutti ex candidati, sia con Giuseppe Cirillo che con Giuseppe Barra, insomma, vecchie promesse, ovviamente mantenute, le graduatorie avallano quello che scriviamo, inutile riportare i nomi. Per la questione del Consorzio Cimitero invece, davvero l’amministrazione è in alto mare, il malcontento dei cittadini è palpabile e tangibile, i lavori che ancora devono partire, in attesa della decisione del Consiglio di Stato, mentre per la problematica lumini votivi, dal 1 gennaio 2017 mediante gara d’appalto, la situazione sarà gestita da una ditta, con formula  due più uno (anni), affidata al C.U.C (Centrale Unica di Committenza). In chiusura, la tediante e pericolosa vicenda dei temuti crolli, infatti, proprio qualche giorno fa, abbiamo immortalato con un video le fatiscenti condizioni di molti edifici, ieri, 15 settembre, i Vigili del Fuoco sono intervenuti perché in via Marconi, alcuni residenti hanno sentito la propria abitazione scricchiolare, irreperibile il Sindaco, con solerzia è intervenuto il Consigliere Amirante sollecitando i diretti interessati per fronteggiare la problematica.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Superenalotto. Centrato il ‘5’ in una tabaccheria di Giugliano: vinti 33 mila euro

Pubblicato

il

La Dea bendata bacia Giugliano. Infatti, è notizia delle ultime ore, che 18 fortunati giocatori abbiano vinto circa 33 mila euro in una tabaccheria in via Primo Maggio. Il sistema con la combinazione vincente del Superenalotto, è stato elaborato dalla stessa proprietà dell’esercizio. Una boccata d’ossigeno dunque, in un periodo così complesso.

Continua a leggere

Attualità

Estero. Alle 15 i funerali del Principe Filippo: William e Harry distanziati

Pubblicato

il

Fiori, palloncini e altri piccoli omaggi, vengono lasciati da questa mattina fuori al castello di Windsor, dove in questi istanti si stanno celebrando i funerali del Principe Filippo, Duca di Edimburgo. Alla cerimonia parteciperanno circa 30 persone, nel rispetto delle normative anti Covid; ma ciò nonostante i negozi della capitale inglese, hanno voluto comunque ricordare il Principe, esponendo nelle loro vetrine alcune foto che lo ritraggono.

Come riporta la BBC, durante l’evento funebre, saranno celebrati l’amore per la vita in mare del Duca di Edimburgo e il suo forte legame con la Royal Navy, di cui lui stesso ha fatto parte. Anche le musiche e le preghiere saranno dedicate a questo ricordo, per volere dello stesso Filippo, il quale aveva pianificato tutto nei minimi dettagli.

Numerosi i messaggi di cordoglio, tra cui quello della celebre artista londinese Kaya Mar, 65 anni, che dopo aver lasciato un ritratto ad olio di Filippo fuori dai cancelli, ha rilasciato questo breve pensiero: “Mi piaceva, era un adorabile padre di famiglia, un gran lavoratore dedito a questo Paese e ci mancherà”

Continua a leggere

Attualità

Due uomini arrestati per tentata estorsione nel napoletano: vittima un imprenditore

Pubblicato

il

Ieri sera, i militari della Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Castello di Cisterna, hanno arrestato un 51 enne del luogo e un 45 enne di Capaccio (SA), già noti alle forze dell’ordine.

Secondo le ricostruzioni investigative, i due, sono ritenuti gravemente indiziati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Grazie ad una fitta serie d’indagini dei militari dell’Arma, è stato possibile ricondurre agli indagati un tentativo di estorsione, avvenuto tra il marzo e il giugno del 2019, nei confronti dell’amministratore unico di una società edile di Pomigliano d’Arco.

Nello specifico, l’amministratore della società avrebbe dovuto versare la somma di 5 mila euro mensili per proseguire i lavori di realizzazione di un immobile di edilizia civile, all’epoca dei fatti in costruzione nel centro napoletano.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante