Resta sintonizzato

Attualità

CAIVANO: La preside Peluso fa da padrona negli spazi pubblici

Pubblicato

il

CAIVANO – In data odierna la nostra redazione accoglie un esposto fatto o che si accingerà a fare un cittadino caivanese (vedi foto) che abita nei pressi del plesso scolastico “Cilea-Mameli” guidato dal dirigente scolastico Rosaria Peluso che a detta di questo cittadino usa gli spazi pubblici a ridosso degli edifici della “Cilea” e della “Mameli” come se fossero di sua proprietà, infatti come si legge dall’esposto e anche come si vede dalle foto scattate dalla nostra redazione, recatasi sul posto dopo aver letto la denuncia del cittadino caivanese, l’esimia preside approfittando del fatto che lo spazio pubblico posto in Via Prampolini è posto in una posizione urbanistica tale da poter recintare tale suolo, puntualmente darebbe ordine ad una persona sconosciuta ai più, di non far entrare le auto dei genitori degli alunni negli orari di entrata ed uscita dalla scuola, ostruendo il traffico di Via Prampolini che essendo una strada senza sbocco, l’accesso allo spazio pubblico in questione, faciliterebbe il deflusso del traffico urbano.

La situazione creata da un eventuale diktat della preside, non fa altro che mettere in pericolo l’incolumità degli studenti, che anche per colpa del parcheggio selvaggio di Via S.Barbara con la presenza di auto poste sui marciapiedi, sono costretti a camminare lungo l’asse viario col pericolo di essere investiti.

Le situazioni strane che aleggiano alla Cilea non terminano qui, i dubbi della cittadinanza si pongono anche sulla natura del campetto di pallavolo che sta nascendo sempre in questo spazio pubblico che secondo alcune voci, stia sorgendo grazie all’investimento di privati, senza che il Comune prima si sia avvalso di un regolare bando di adozione.

Dalle testimonianze raccolte tra i genitori, parecchi di loro al posto del campetto, avrebbero voluto un’apertura al traffico e consentire il passaggio delle auto che va da Via Prampolini a Via Caputo, aprendolo con modalità diverse dall’apertura che si è avuta abbattendo il muro alle spalle della “Cilea” che consente il passaggio degli alunni che, ormai privi della palestra inagibile della “Cilea”, usufruiscono della palestra “Mameli”, passando tra terriccio, sterpaglie, ratti e immondizia (come si evince dalle foto).

Praticamente una gestione del plesso scolastico e una cura dell’incolumità dei ragazzi che, sono alla base delle responsabilità che dovrebbe assumersi un dirigente scolastico, alquanto approssimativa, testimoniato anche dal caos che regna negli orari di uscita come da missiva inviata nella nostra redazione e come acclarato dai nostri inviati sul posto.


Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Covid-19 in Campania. Il bollettino delle vaccinazioni dell’11 aprile

Pubblicato

il

Secondo il bollettino delle vaccinazioni, reso noto oggi, domenica 11 aprile, complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 792.964 cittadini in Campania. Di questi 289.316 hanno ricevuto la seconda dose.

Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 1.082.280.

In riferimento alla tabella in foto, le ultime tre voci del bollettino vaccinazioni (Anni 70-79, Convivente-caregiver, Personale esterno strutture sanitarie) sostituiscono la vecchia voce “Altro”.

Riguardo le persone della fascia d’età tra i 70 e i 79 anni sono state effettuate 110.820 vaccinazioni delle quali 986 hanno ricevuto anche la seconda dose.

I caregiver vaccinati sono 22.846 ma nessuno di essi ha ricevuto al momento la seconda dose.

Nella voce “Personale esterno alle strutture sanitarie” vengono compresi, secondo le indicazioni nazionali che puntano agli ospedali Covid free, tutti i lavoratori delle ditte esterne fornitrici di servizi alle strutture sanitarie (a titolo esemplificativo si citano: pulizie, guardiania, mensa, lavaggio, manutenzione degli impianti). Di questa categoria sono state vaccinate 105.776 persone e 45.404 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Gli operatori sanitari e sociosanitari vaccinati sono 181.94 dei quali 86.522 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Gli over 80 vaccinati sono 317.567 dei quali 126.719 hanno ricevuto anche la seconda dose.

14.541 sono gli ospiti delle RSA vaccinati, di cui 6.734 hanno ricevuto anche la seconda dose.

I fragili vaccinati sono 119.118, dei quali 2.352 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Tra il personale scolastico e universitario le persone vaccinate sono state 146.542 delle quali 3.473 hanno ricevuto anche la seconda dose.

29.098 sono i vaccinati tra le forze dell’ordine, di cui 876 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Per molte categorie è ancora aperta la piattaforma per le adesioni.

La percentuale dei vaccinati varia, dunque, in relazione alle adesioni ricevute.

Anche in virtù di un aumento numerico delle somministrazioni potrebbe esserci un decremento in termini percentuali dovuto quindi all’aumento delle adesioni.

Continua a leggere

Attualità

Inchiesta mascherine. L’ex commissario Arcuri indagato dalla Procura di Roma

Pubblicato

il

L’ex Commissario straordinario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri, è finito nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Roma per peculato. L’accusa, sarebbe contenuta nel fascicolo sulla fornitura di mascherine cinesi. Il 24 febbraio scorso infatti, c’erano stati un arresto e quattro misure interdittive, per l’arrivo in Italia di tali mascherine senza certificazione.

Continua a leggere

Attualità

Napoli. Sequestrata una pistola carica e circa 2 chili di droga: i dettagli

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Bagnoli, hanno controllato nella serata di ieri 76 persone e 43 veicoli. In particolare, gli agenti, hanno puntato il loro mirino sul Rione Traiano, dove è stato inferto un duro colpo alle piazze di spaccio locali. Sono stati sequestrati 260 grammi di cocaina, 290 grammi di marijuana, oltre a 1 chilo e 400 grammi di hashish. La droga, era nascosta nei bidoni per l’immondizia e all’interno di alcuni tubi di plastica per fognature o edilizia. Durante i controlli, è stata anche rinvenuta una pistola Beretta 98FS con matricola abrasa, completa di caricatore, all’interno di un vano contatori.

Pertanto, l’arma, sarà sottoposta ad accertamenti balistici, affinché possa essere abbinata ad eventuali fatti di sangue o intimidazione. Infine, sono state multate per violazione alla normativa anti contagio ben 8 persone, di cui 6 segnalate alla Prefettura come assuntori di stupefacenti.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante