Resta sintonizzato

Attualità

[VIDEO] CASALNUOVO: Rischio chiusura per l’ASL. Gli ultimi sviluppi di questa storia

Pubblicato

il

La storia è cominciata a fine ottobre, quando è stata diffusa la notizia che la direzione dell’ASL NapoliNord2 è intenzionata a chiudere il presidio di Casalnuovo.

asl-casalnuovo

Il condominio di Via Ravello dove ha sede l’ASL

L’azienda sanitaria, dopo un’ispezione, aveva riscontrato una carenza di standard igienico-sanitari minimi per esercitare alcune prestazioni. Per altro, l’attuale sede è ubicata all’interno di un condominio, ed è proprio questa situazione ad aver acceso la problematica. La situazione è abbastanza delicata, perché, se da un lato il comune di
Casalnuovo –che conta circa 50.000 abitanti– rischia di perdere un’importante presidio sanitario, dall’altro, la situazione in cui versano gli abitanti del condominio è abbastanza anomala e disagiata.

Stefano Credentino, componente del Comitato L’ASL non si tocca”, ci spiega: “Vogliamo che i servizi dell’ASL distretto 47, e in particolare gli ambulatori che attualmente prestano il loro servizio presso questa sede, vengano dislocati sul nostro territorio, e non come è stato minacciato presso altri comuni limitrofi”. Angela Ravo, altro componente del comitato, aggiunge: “I mezzi pubblici non ci sono per arrivare negli altri Paesi. Ieri ad esempio sono venuta per una prenotazione, mi volevano mandare a Frattamaggiore. Ma è molto più semplice arrivare al Policlinico che nei comuni confinanti”.

asl-casalnuovo-internoUna storia non recente: negli anni passati,
le varie amministrazioni avevano proposto delle alternative ma l’ASL ha sempre rifiutato. Stefano Credentino ci spiega: “L’azienda sanitaria locale ha fatto due bandi pubblici per trovare dei locali adeguati, uno dei due ha avuto una sola risposta con dei capannoni “qui vicini”, ma, secondo una sentenza del Tar, queste strutture hanno dei grossi motivi ostativi di standard per i parcheggi e commistioni con attività commerciali, per le quali il Tar ha ritenuto che il comune non possa rilasciare le autorizzazioni affinché l’ASL vada in questi locali”.

Intanto, gli abitanti del condominio vivono con sconosciuti da sedici anni, ed è possibile immaginare quanto siano esasperati dai disagi che questo provoca quotidianamente.     Una situazione decisamente insostenibile: infatti, oltre a non vivere in tranquillità, le persone che in quel palazzo ci abitano devono sperare che nessuno si faccia male, come è successo tempo fa, quando cadde una signora e sono stati obbligati a pagare un risarcimento di circa 30.000 euro. Di sera la situazione non migliora, anzi a pensarci bene, in termini di sicurezza, peggiora pure. Nella struttura, infatti, è presente anche la guardia medica, e la presenza di chi ha bisogno di cure continua anche di notte.

sindaco

Massimo Pelliccia (Sindaco di Casalnuovo)

I condomini vorrebbero che il sindaco, Massimo Pelliccia, li convocasse per spiegare qual è la situazione e cosa si prospetta per il loro futuro. Intanto il 7 novembre scorso, il sindaco ha partecipato a un incontro con il direttore generale dell’ASL Napoli 2 Nord, Antonio D’Amore, e con i sindaci di Melito e Pozzuoli.

Sulla sua pagina facebook, scrive: “I servizi sanitari continueranno ad essere erogati sul territorio comunale.
[..] grazie al Comune che sin da subito metterà a disposizione dei locali per sopperire in via provvisoria alle carenze strutturali. Inoltre nei prossimi giorni la struttura amministrativa dell’ASL e quella comunale si incontreranno con l’intento di trovare una soluzione definitiva alla problematica. I servizi sanitari continueranno ad essere erogati sul territorio comunale.”

Quindi, per il momento, l’ASL continuerà a restare lì dov’è, e nel frattempo i disagi per i condomini resteranno quelli che subiscono ormai da anni.
Allora ci chiediamo, questa storia avrà davvero una fine?

Attualità

Roma, anziana sprofonda dal suo letto al piano di sotto dopo il crollo del solaio: i dettagli

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma quello avvenuto ieri sera a Roma, dove una donna di 76 anni sprofondata nel suo letto dal settimo piano fino all’appartamento del piano sottostante.

Stando ad una prima ricostruzione, la causa sarebbe da ricercare nel crollo di un solaio, dove sottoposto a lavori di ristrutturazione. Pertanto, il materasso ha attutito il colpo e la donna è rimasta solo ferita e portata in ospedale in codice rosso per alcuni traumi.

Sul posto, sono intervenuti i Vigili del Fuoco, la Polizia, i carabinieri e la Polizia locale. Al momento, si stanno valutando le possibili cause del crollo, e le ipotesi al vaglio sono un cedimento strutturale del palazzo e una ristrutturazione non a norma in uno degli appartamenti dei primi piani.

Continua a leggere

Attualità

Piano traffico e senso unico pedonale nelle strade dei pastori, scattano una serie di provvedimenti

Pubblicato

il

Il centro di Napoli cambia per il periodo natalizio. A partire da oggi, sabato 2 dicembre, entrano in vigore una serie di misure per regolare e gestire al meglio la situazione nel centro cittadino in virtù del massiccio arrivo di flussi turistici. Si parte dal senso unico pedonale istituito in via San Gregorio Armeno – dall’intersezione con via San Biagio dei Librai/vico Figurari, in direzione Piazza San Gaetano – e valido da oggi fino al 24 dicembre, al fine di evitare pericolosi assembramenti. Nel dettaglio la misura sarà in vigore nei seguenti giorni e orari:

– sabato 2 e domenica 3 dicembre 2023, dalle ore 9:00 alle ore 20:00;
– da giovedì 7 a domenica 10 dicembre 2023, dalle ore 9:00 alle ore 20:00;
– da sabato 16 a sabato 23 dicembre 2023, dalle ore 9:00 alle ore 20:00;
– domenica 24 dicembre 2023, dalle ore 9:00 alle ore 14:00.

Nel periodo compreso tra il 2 dicembre 2023 e il 7 gennaio 2024 è consentito agli autobus turistici il solo transito, senza alcuna fermata o salita/discesa dei passeggeri, all’interno del seguente percorso interno al porto: – Varco Bausan (ingresso); – Via del Ghiaccio; – Varco Carmine; – Via Salerno; – Piazzale Pisacane; – Piazzale Immacolatella (uscita in confluenza su via Nuova Marina). I giorni interessati dalla presente ordinanza sono i sabati, le domeniche, i giorni festivi e i prefestivi. Il percorso, interno al Porto, potrà essere utilizzato esclusivamente dagli autobus turistici preventivamente accreditati a cura di ANM Spa attraverso la piattaforma digitale. E’ vietata agli autobus la sosta o fermata nelle aree portuali, se non opportunamente autorizzati e non è consentita la discesa dei turisti e il successivo prelievo, a fine gita, nell’ambito portuale, dato che sono state individuate apposite aree, esterne al porto, in via Nuova Marina, nel tratto compreso tra l’uscita dal Porto (varco Immacolatella) e il varco Pisacane.

Limitazioni per l’accesso alla ZTL Centro Storico dei bus Turistici:  Dal 02 dicembre 2023 al 07 gennaio 2024, dalle 7 alle 19 dei sabati, domeniche, dei festivi e dei prefestivi:

A) E’ istituito il divieto di transito agli autobus turistici all’interno della Zona a Traffico Limitato “Centro Storico”

B) Alla Zona a Traffico Limitato “Centro Storico” potranno accedere: 1) veicoli di categoria M1/M2 (veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 tonnellate); 2) veicoli superiori a 9 posti che accompagnano clienti alle strutture alberghiere interne alla ZTL; 3) autobus turistici di linea autorizzati dal Comune di Napoli ai sensi della Legge Regione Campania n. 3/2002; 4) veicoli superiori a 9 posti che accompagnano scolaresche in gita presso teatri, musei o manifestazioni; 5) veicoli superiori a 9 posti che accompagnano forze dell’ordine, forze armate e simili.

C) Vengono individuati i seguenti varchi prioritari di accesso alla Zona a Traffico Limitato “Centro Storico”: 1) Via Amerigo Vespucci angolo corso Arnaldo Lucci (accesso su corsia ordinaria e corsia preferenziale); 2) Piazza Garibaldi accesso in corsia centrale verso il Centro; 3) Via Casanova angolo via Arenaccia/corso Novara; 4) Corso Novara angolo via Firenze; 5) Via Foria/piazza Carlo III; 6) Corso Garibaldi/piazza Carlo III; 7) Corso Amedeo di Savoia/Tondo di Capodimonte; 8) Via Salvator Rosa/Aiuola Santacroce; 9) Via Torquato Tasso/largo Maria Teresa di Calcutta; 10) Via Caracciolo angolo via Sannazaro; 11) Via Giordano Bruno angolo piazza Sannazaro; 12) Corso Vittorio Emanuele angolo via Piedigrotta.

D) L’accesso e la circolazione, nella ZTL Centro Storico, dei veicoli ricompresi nella categoria di cui al punto B2, dovrà essere preventivamente autorizzato inoltrando la documentazione necessaria all’ANM SpA utilizzando la modulistica all’uopo predisposta.

E) Viente consentito il transito su via Vespucci e via Nuova Marina con la possibilità di utilizzo delle aree di discesa/salita e delle aree di sosta di breve e lunga durata: – ad angolo via Duomo e prima della chiesa di Portosalvo; – via Nuova Marina accosto al marciapiede, in uscita da Napoli, tratto compreso tra l’uscita dal Porto da piazzale Immacolatella (corsia in uscita in confluenza su via Nuova Marina), e il palo n. 0659 della trazione elettrica di ANM; – via Nuova Marina accosto al marciapiede, in uscita varco Immacolatella per 150 metri lato mare in direzione Portici; – via Nuova Marina accosto al marciapiede lato monte dal civ. 20 al civ. 2 in direzione piazza Municipio; e poi raggiungere l’area di sosta autobus prenotata su via Nuova Marina, agli autobus di categoria M3 di cui alla lettera A, dotati di titolo della sosta per l’area di via Nuova Marina acquistato con l’App ANM e accreditati attraverso il servizio di prenotazione istituito da ANM Spa.

Le aree di sosta per i bus turistici: dal 2 dicembre 2023 al 7 gennaio 2024 vengono:

– applicate le tariffe per gli autobus turistici previste nella delibera di G. C. n. 37 del 08.02.2020 • mezza giornata (half day) di € 35,00 (trentacinque/00) per la sosta per un massimo di 4 ore; • unica giornaliera di € 70,00 (settanta/00) per la sosta di breve e lunga durata;

– istituite le seguenti aree di sosta miste per autoveicoli e bus turistici, contrassegnate da apposita segnaletica, in:

A) AREA EST: 1) via Taddeo da Sessa, da via Aulisio a fronte cabina Metano n. 2017; 2) via A. Vespucci tratto compreso tra Largo Smaldone e Corso Garibaldi; 3) via A. Volta (direzione via Reggia di Portici da via Brin a via S. Erasmo); 4) piazzale Duca degli Abruzzi; 5) strada di collegamento tra via A. Vespucci e P.zza Duca degli Abruzzi (utilizzabile solo per i veicoli accreditati attraverso il servizio di prenotazione istituito da ANM Spa); 6) via Ponte della Maddalena (lato destro del senso di marcia); 7) via A. Volta, tratto compreso tra via il civico 2 e il civico 20 (solo il sabato, la domenica e i festivi); 8) via Brin, lato sinistro del senso di marcia (tratto tra il P.I. n. 007 083 e via Carlo di Tocco); 9) via Brin, lato destro del senso di marcia (tratto tra il P.I. n. 007 078 e via Carlo di Tocco); 10) via B. Brin (tratto adiacente Eccellenze Campane); 11) via Marina dei Gigli; 12) viale della Costituzione; 13) via G. Ferraris (tratto da uscita autostrada a via Brin); 14) via G. Ferraris (tratto dal civ. 74 a via Brecce a S. Erasmo); 15) via Nuova Marina, lato destro del tratto tra l’uscita del porto di Immacolatella e il varco Pisacane (utilizzabile solo per i veicoli accreditati attraverso il servizio di prenotazione istituito da ANM SpA).

B) AREA OVEST: 1) piazzale G. D’Annunzio (area compresa tra Via L. Tansillo e Via Claudio); 2) via G. Cesare (lato destro tratto Piazzale Tecchio – Stazione Leopardi); 3) area antistante stadio San Paolo (lato Via G.B. Marino distinti e curva A); 4) viale Giochi del Mediterraneo lato sinistro tratto Via C. Barbagallo – Via A. Beccadelli); 5) viale G. Marconi (lato destro direzione Via Terracina); 6) area antistante Ippodromo di Agnano (O.D. 301/2018); 7) viale Kennedy (tratto compreso distributore Q8 e intersezione via Labriola).

C) AREA NORD: 1) via Pansini (lato destro dopo Via Montesano).

– istituite le seguenti aree per la sosta breve con la tariffa unica di € 5,00 (cinque/00) (max 20 minuti per consentire la salita e la discesa dei passeggeri) come previsto nella delibera di G. C. n. 37 del 08.02.2020. (Utilizzabile solo per i veicoli accreditati attraverso il servizio di prenotazione istituito da ANM SpA e solo per i titoli combinati “salita e la discesa dei passeggeri + sosta”): a) Corso Novara (tratto tra il P.I. n. 002 e il P.I. n. B091); b) corso Meridionale (tratto tra il P.I. n. 0121 102 e il P.I. n. 0121 102 lasciando libero passo carraio al civico 60); c) via Brin, nell’ansa fronte ingresso parcheggio BRIN; d) via Brin, dal civico 60 Bis al civ. 62; e) via Brin, dal civico 62A al civ. 64A (passo carraio escluso); f) via Brin (altezza Eccellenza Campania ambo i lati). g) via Nuova Marina accosto al marciapiede, in uscita da Napoli, tratto compreso tra l’uscita dal Porto da piazzale Immacolatella (corsia in uscita in confluenza su via Nuova Marina), e il palo n. 0659 della trazione elettrica di ANM; h) via Nuova Marina accosto al marciapiede, in uscita varco Immacolatella per 150 metri lato mare in direzione Portici; i) via Nuova Marina accosto al marciapiede lato monte dal civ. 20 al civ. 2 in direzione piazza Municipio. Il pagamento si intende di € 5,00 per la discesa dei passeggeri e di € 5,00 per la salita dei passeggeri come previsto nella delibera di G.C. n. 37 del 08.02.2020.

– istituito il divieto di sosta con rimozione coatta eccetto i bus turistici, nelle aree individuate al precedente punto 3 in via Nuova Marina e via A. Vespucci tratto compreso tra Largo Smaldone e Corso Garibaldi. Saranno installati bagni pubblici in via Mezzocannone, via San Pasquale e via Cesare Battisti, che si aggiungeranno a quelli fissi già esistenti in iiazza del Gesù e piazza Trieste e Trento. Infopoint turistici, inoltre, saranno saranno collocati in via Morghen, via Cesario Console, piazza del Gesù, Molo Angioino. Ci saranno anche due ragazzi in bici elettrica (infopoint itinerante) e saranno presenti alcuni tutor nelle strade a maggiore presenza turistica.

Continua a leggere

Attualità

Caivano, sgomberato un immobile già confiscato alla Camorra: il comunicato

Pubblicato

il

Nel corso della mattinata odierna, si sono svolte le operazioni per la liberazione di un ulteriore immobile sul territorio di Caivano, già confiscato in via definitiva ad esponente della criminalità organizzata e occupato abusivamente dai suoi familiari.

Pertanto, lo sgombero è stato eseguito dal personale della Polizia di Stato e dell’Arma dei carabinieri del Comando di Polizia locale. Inoltre, la Commissione Straordinaria ha espresso piena soddisfazione per aver sottratto alla criminalità organizzata un altro bene che sarà restituito in tempi brevi alla collettività, e ribadisce che depauperare il crimine organizzato privandolo dei beni mobili ed immobili prodotti con attività criminali, costituisce la migliore strategia anche per fargli perdere appeal verso le nuove generazioni.

Caivano, 1 dicembre 2023

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy