Resta sintonizzato

Casoria

CASORIA: servizio ad “alto impatto” dei carabinieri, arresti e denunce

Pubblicato

il

I carabinieri della compagnia di Casoria nel corso di un servizio ad “alto impatto” sul territorio di competenza, effettuato insieme a colleghi del reggimento campania, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, vincenzo aniello, 47enne di arzano, già noto alle forze dell’ordine e sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, sorpreso dagli operanti ad Afragola, sul corso meridionale, in violazione all’obbligo imposto con la misura di prevenzione.

Denunciati in stato di libertà:

. Un 17enne di Arzano e un 37enne del rione Don Guanella che alla vista dei militari si erano dati alla fuga a piedi e che una volta raggiunti e bloccati in un bar di piazza Cimmino di Arzano sono stati trovati in possesso di nove stecche di hashish (10 grammi), quattro bustine contenenti marjiuana  per altrettanti grammi, un bussolotto di crack;

. Un 26enne ritenuto personaggio di spicco del clan “Ferone” e una 25enne di Casavatore che avevano installato due telecamere e un DVR per registrare e sorvegliare i movimenti davanti alla loro casa sul corso europa. Il tutto senza alcuna autorizzazione. Il sistema è stato sequestrato;

. Un 68enne di Casavatore che a seguito di perquisizione domiciliare è stato sorpreso in possesso di 169 pacchetti di sigarette di contrabbando;

. Un 50enne di casavatore già noto alle ffoo e sorvegliato speciale che non aveva ottemperato alla prescrizione di non frequentare pregiudicati;

. Un 23enne di casoria per molestie e atti persecutori ai danni della ex fidanzata 21enne;

. Un 42enne di casavatore, tutore del fratello 48enne non vedente e affetto da disabilità neurologiche, che lo teneva segregato in un ex opificio al piano terra della sua abitazione. Il 48enne è stato affidato a personale del 118 che ne ha disposto il ricovero all’ospedale di frattamaggiore.

Nel corso dei controlli alla circolazione stradale effettuati in contemporanea sono state contestate 14 infrazioni, 3 delle quali per mancanza di assicurazione, 2 per guida senza casco e una per guida senza aver conseguito la patente.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Casoria

Casoria. Uno strano viavai: in manette due spacciatori

Pubblicato

il

Nella serata di sabato 3 aprile, i falchi della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato in via Giacomo Matteotti a Casoria un viavai di persone che entravano ed uscivano da un palazzo.

I poliziotti, entrati nell’edificio, hanno bloccato due fratelli in un appartamento trovandoli in possesso di 47 stecche di hashish per un peso complessivo di circa 61 grammi e di 485 euro.

P.B. e R.B., casoriani di 31 e 29 anni, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Continua a leggere

Casoria

Napoli. Sequestrate oltre 150 armi illecite: l’arsenale della criminalità

Pubblicato

il

È sempre massima l’attenzione che il Comando Provinciale Carabinieri di Napoli riserva al contrasto del traffico illecito delle armi.

Significativo il dato che emerge dal bilancio stilato nel primo trimestre del 2021 : 150 le armi sequestrate nel territorio partenopeo e nei comuni della provincia, 44 sono da sparo e 106 bianche, 1729 le munizioni di vario calibro sottratte alla criminalità.

Il risultato è frutto di una capillare azione di controllo del territorio posta in essere quotidianamente dalle 100 stazioni di carabinieri in ogni quartiere di Napoli e in ogni città della provincia di Napoli.

Particolare attenzione è stata rivolta ai quartieri di Fuorigrotta e Ponticelli, recentemente teatro di ferimenti e omicidi.

Una cospicua fetta delle armi bianche sequestrate è stata rinvenuta a Napoli: pugnali, coltelli a serramanico e a farfalla spesso trovati nella disponibilità di giovanissimi sorpresi in strada. La scusa sempre la stessa: “è per difendermi!”.

Il triste primato delle armi da fuoco, spetta all’area di Castello di Cisterna (16 armi e 752 munizioni), seguita da quella di Casoria (11 armi e 289 proiettili).

Sempre più creativi i nascondigli utilizzati: dai totem delle società di forniture elettriche ai cassonetti della spazzatura, dalle auto abbandonate fino al seppellimento in aree verdi di pubblico passaggio. Tutte aree comuni e condominiali, preferite perché difficili da attribuire ad una persona determinata.

Su tutte le armi sequestrate i carabinieri effettueranno accertamenti balistici per verificare se siano state utilizzate in fatti di sangue o intimidazione.

Continua a leggere

Afragola

CASORIA E AFRAGOLA: Carabinieri presidiano le strade: perquisizioni e sanzioni

Pubblicato

il

CASORIA E AFRAGOLA: Carabinieri presidiano le strade. Perquisizioni e sanzioni

Ormai da alcune ore i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli stanno presidiando le città di Casoria e Afragola, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal comando provinciale di napoli.

Massimo impegno dei militari della compagnia di Casoria, dislocati nei punti strategici della città per posti di controllo.

Sono in corso diverse perquisizioni alla ricerca di armi e droga nel rione salicelle. 6 le persone già sanzionate per la violazione della normativa anticovid

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante