Resta sintonizzato

Città

ERCOLANO: Scontri tra antagonisti e Carabinieri. 31enne arrestato per resistenza e 5 denunciati

Pubblicato

il

Ercolano – Scontri tra attivisti di un centro anarchico e appartenenti a Casapound. Uno studente napoletano di 31 anni V. S. si era rifugiato sin dalla tarda mattinata nel centro anarchico “Vesuviano”, insieme ad altri attivisti. Poco prima aveva avuto uno scontro con alcuni appartenenti a “Casapound”.

Per sottrarsi all’identificazione, i ragazzi sono usciti dallo stabile di corsa, travolgendo anche un carabiniere. Il trentunenne è stato bloccato dai carabinieri della Compagnia di Torre del Greco che l’hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Attualmente è agli arresti domiciliari e attende rito per direttissima. Insieme a lui sono stati denunciati altri cinque ragazzi. Sotto sequestro mazze chiodate, bastoni, ginocchiere, droga e materiale propagandistico. Le accuse vanno oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, ma un 24 di Pozzuoli è stato trovato con circa 2 grammi di hashish e decine di giornali di matrice anarchica posti sotto sequestro.

La perquisizione del circolo ha portato a rinvenire 7 mazze di ferro o legno, ginocchiere e materiale propagandistico (bandiere), il tutto posto sotto sequestro, così come l’immobile. Anche l’affittuario di quello stabile è stato denunciato per detenzione di oggetti atti ad offendere. È un 29enne di Ercolano già noto alle forze dell’ordine

.
Una serie di perquisizioni domiciliari svolte a carico di alcuni soggetti appartenenti al movimento politico “Casapound”, inoltre, ha portato alla denuncia di altri 2 soggetti:
Un 43enne di Poggiomarino, già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso di 2 coltelli, un tirapugni, un manganello, una pistola a piombini e materiale propagandistico di Casapound. Infine un 20enne di Torre del Greco, trovato in possesso di una mazza da baseball chiodata, un manganello, 7 coltelli, una stella ninja e materiale propagandistico di Casapound. Entrambi risponderanno di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Cronaca

Torre del Greco. Scommesse clandestine all’interno di un bar: scatta la denuncia

Pubblicato

il

Servizi a largo raggio disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli.

A Torre del Greco, i militari della locale Stazione insieme al personale della IX direzione territoriale dell’agenzia delle accise dogane e monopoli di Napoli, che avevano effettuato analisi dei rischi e monitoraggio dei flussi di scommesse attraverso gli applicativi in dotazione, hanno denunciato a piede libero per esercizio abusivo e organizzazione di pubbliche scommesse sportive, anche per via telefonica o telematica, due fratelli di 60 e 54 anni del posto.

I due, titolari di un esercizio commerciale in via Martiri d’Africa, consentivano ai clienti di scommettere su eventi sportivi attraverso l’utilizzo di conti di gioco intestati a sé e a propri congiunti

I Carabinieri e i funzionari dell’ufficio anti-frode hanno sequestrato due computer e un centinaio di ricevute di scommesse telematiche per un volume di scommesse, da gennaio ad oggi, di circa 54mila euro.

I titolari sono stati anche sanzionati per il mancato rispetto delle normative anti-covid e l’attività è stata chiusa per 5 giorni.

Continua a leggere

Caserta

Morti bianche: operaio in trasferta muore schiacciato da una ruspa

Pubblicato

il

Francesco Della Corte, un operaio di 53 anni, originario della provincia di Caserta, è morto, nella mattinata di ieri, venerdì 16 aprile, a causa di un infortunio sul lavoro a Viserba di Rimini.

Secondo una prima ricostruzione da parte della polizia di Stato, l’uomo sarebbe stato investito da una ruspa in movimento del cantiere stradale.

Il 53enne è deceduto sul colpo, per lui non c’è stato nulla da fare.

Sul posto oltre ai sanitari del 118 anche i funzionari della Medicina del Lavoro dell’Ausl. Il Comune di Rimini, in una nota, ha espresso il proprio cordoglio per la vittima.

Continua a leggere

Campania

Arrestato consigliere comunale ed ex candidato sindaco: trovata della droga nella sua abitazione

Pubblicato

il

L’ex candidato a sindaco e attuale consigliere comunale di Casagiove, in provincia di Caserta, Danilo D’Angelo è finito in manette.

Leader di “Casagiove nel Cuore”, è stato condotto presso la locale caserma dei carabinieri di via Bologna, dopo una perquisizione fatta questa mattina presso la sua abitazione.

I militari, coordinati dal maresciallo Saviano, hanno trovato in casa di D’Angelo delle quantità di droga, hashish e marijuana.

Alla presenza del suo avvocato e dopo le formalità di rito, D’Angelo è stato messo nella Punto dei carabinieri, sui sedili posteriori, accompagnato da altri due militari, ed è stato condotto in tribunale per la convalida dell’arresto, tramite direttissima.

L’ex candidato sindaco, vestito con una tuta ed un giubbino, era visibilmente scosso.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante