Resta sintonizzato

Città

ARIENZO: “La Luce oltre …il Buio”, dibattito e spettacolo per i reclusi del carcere di Arienzo

Pubblicato

il

Arienzo – “Non lasciatevi rinchiudere nel passato, la vera misura del tempo non è quella dell’orologio…. si chiama Speranza”. Seguendo queste parole, pronunciate da Papa Francesco, l’associazione “Donare è… amore” di Pina Pascarella ha organizzato un dibattito-spettacolo nella casa circondariale di Arienzo, in provincia di Caserta, intitolato “La luce oltre il buio”, che si terrà giovedì 24 novembre alle ore 15.

L’evento sarà aperto dall’avvocato Angelo Pisani, esperto conoscitore di casi particolari, che presenterà il suo libro “Luci a Scampia”. Interverranno: Mariarosaria Casaburo, direttrice del penitenziario di Arienzo, Marianna Adanti, direttrice aggiunta della casa circondariale di Benevento, il giudice Carmine Antonio Esposito, già presidente del Tribunale di Sorveglianza di Napoli, e Oriana Iuliano, magistrato di sorveglianza a Santa Maria Capua Vetere. Saranno presenti anche il formatore Massimiliano Toriello, Pina Pascarella, presidente dell’associazione “Donare è … Amore” ed organizzatrice, i penalisti Beniamino Esposito e Paolo Iuliano, il vicepresidente della Proloco Botteghino Angelo Librera, la deputata Camilla Sgambato, l’ex calciatore del Napoli Pasquale Casale e don Luigi Merola, il sacerdote che ha istituito la fondazione “A voce re’ criatur”.

L’incontro sarà moderato dalla professoressa Mariantonietta Carfora e, fra una pausa e l’altra, gli ospiti saranno intrattenuti dalla musica di Pasquale Romano e la sua band, e da Romina Boccucci, soprano.

pina-pascarella-pres-ass-donare-e-amore“Per la prima volta organizzo un evento in un casa circondariale dalle caratteristiche peculiari: il pubblico sarà composto solo da detenuti – afferma Pina Pascarella – La manifestazione rappresenta un appuntamento importante e motivo d’orgoglio, non solo perché crea un ponte culturale fra mondo carcerario e mondo “libero”, ma anche perché i veri protagonisti saranno i detenuti stessi, in una precisa logica trattamentale, come un percorso significativo in prossimità del Santo Natale per dare loro la seconda opportunità, ad ampio spettro. Ringrazio personalmente chi mi ha permesso di coronare questo sogno, la dottoressa Mariarosaria Casaburo, direttrice della casa circondariale di Arienzo, e Marianna Adanti, direttrice aggiunta carcere di Benevento, Pasquale Romano, il suo gruppo musicale, e Romina Boccucci, artisti della mia associazione, che si esibiscono a titolo gratuito”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aversa

Operazione “Oro Rosso”: i controlli della Polizia sui furti di rame in ambito ferroviario

Pubblicato

il

Durante l’operazione “Oro Rosso” disposta ieri, lunedì 12 aprile, su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria per il contrasto al fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario, ed attuata dal Compartimento Polizia Ferroviaria con verifiche amministrative e contabili presso 28 ditte di smaltimento, ritiro e trasporto di materiali ferrosi e  rottami dell’intero territorio regionale sono state controllate 165 persone, di cui 2 indagate e sono stati recuperati 780 kg di rame e 1.020 kg di batterie esauste.

 Nella provincia di Napoli,  nel corso dei controlli all’interno di un deposito in zona Grumo Nevano, sono stati ritrovati 780 Kg di cavi di rame appartenenti a Ferrovie dello Stato Italiane. Il rame è stato sottoposto a sequestro in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

In un altro deposito, a Sant’Anastasia sono state ritrovate 1.020 kg di batterie esauste. Il materiale è stato sequestrato e l’amministratore è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti e ricettazione.

Infine ad Aversa un uomo è stato denunciato per furto aggravato perché, nei giorni precedenti, si era reso responsabile del furto di cavi di rame custoditi all’interno della stazione di Frattamaggiore.

Continua a leggere

Cronaca

Vomero. Custodia cautelare per un percettore del reddito di cittadinanza

Pubblicato

il

13 Aprile. Nella odierna mattinata, all’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, carabinieri della compagnia di Napoli Vomero hanno dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, applicativa della custodia cautelare nei confronti di 2 soggetti, gravemente indiziati del furto aggravato di uno scooter, avvenuto il 29 set 2020 sulla pubblica via nel quartiere Vomero, mediante l’effrazione del bloccasterzo.


L’episodio delittuoso è stato ricostruito incrociando l’analisi delle immagini di videosorveglianza con la conoscenza dei soggetti d’interesse operativo del territorio in possesso dei militari della Stazione Carabinieri Vomero Arenella.


Uno dei rei, percettore di reddito di cittadinanza di cui verrà richiesta la revoca, ha inoltre agito in violazione del regime di Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno.

Continua a leggere

Attualità

“Campania verso zona arancione con ristoranti aperti”: l’annuncio del Presidente Vincenzo De Luca

Pubblicato

il

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante un incontro a Palazzo Mosti con una delegazione di commercianti e ristoratori del Sannio a Benevento, insieme al sindaco Clemente Mastella, ha annunciato che la Campania si avvia, già dalla prossima settimana, a divenire “zona arancione” e che anche i ristoranti saranno riaperti.

Per il governatore Vincenzo De Luca, la Campania si avvia già dalla prossima settimana al passaggio alla zona arancione e a una riapertura dei locali fino a tarda sera purché si rispettino le regole basilari del distanziamento, e quindi evitare gli assembramenti, dell’uso obbligatorio delle mascherine e del controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine.

Con i commercianti abbiamo parlato di una situazione che sarà sicuramente di maggiore vantaggio per il mondo del commercio, per l’ambulantato già dalla prossima settimana. Credo che venerdì prossimo il Cts collocherà in zona arancione anche la Campania. Usciamo quindi fuori da questa cosa demenziale della zona rossa per la Campania” ha affermato il Governatore.

Aggiungendo poi “Ho spiegato ovviamente che noi dobbiamo avere un limite che è quello della movida notturna. Non possiamo scherzare: a mezzanotte tutti a casa. Decidiamo la prossima settimana anche gli orari di apertura, soprattutto per i ristoranti per il servizio serale perché è evidente che il grosso dell’attività avviene di sera e non a pranzo. Anche lì dobbiamo definire un orario: 11,30 di sera o mezzanotte finisce l’attività di ristorazione ma l’importante è che dopo tutti vadano a casa perché se abbiamo migliaia di persone in mezzo alla strada nei fine settimana noi nel giro di due settimane torniamo in zona rossa. Su questo dobbiamo essere tutti responsabili“.

Continuando “Ovviamente questo significa un impegno delle forze dell’ordine perché la verità è che in questi tre mesi che abbiamo alle spalle il territorio italiano è stato abbandonato a se stesso. Siamo stati nelle mani del Padreterno perché non c’era una pattuglia in mezzo alla strada e avevamo centinaia di ragazzi senza mascherina“. 

Il Presidente della Campania ha anche affermato che si continuerà a procedere in vista delle “isole Covid free”, sebbene il parere dei presidenti delle altre regioni siano discordanti: “Bonaccini dice no a isole Covid free? La Campania lavorerà per avere le isole Covid free. Lavoriamo per perseguire questo obiettivo perché si ritiene prioritario il rilancio del comparto turistico in Campania: o questa operazione si fa oggi o perdiamo un altro anno di turismo che significa decine di migliaia di stagionali senza pane. La Campania andrà quindi avanti e non chiederà l’autorizzazione a nessuno, né a Roma, né a Bruxelles, né alle Nazioni Unite“. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante