Resta sintonizzato

Città

NAPOLI: arrestati due rapinatori d’auto, scoperti dal proprietario mentre andava a fare jogging

Pubblicato

il

Napoli – I fatti risalgono allo scorso 25 ottobre in via Morghen, al Vomero. In due stavano rubando una fiat 500, ma proprio in quel momento sono stati sorpresi dal proprietario che era appena uscito da casa per fare jogging.

Mentre uno stava forzando il blocchetto di accensione, riuscendo a mettere in moto l’auto, l’altro aggredisce l’uomo alle spalle, afferrandolo per il collo e strattonandolo lontano, per dare il tempo al suo complice di partire, e poi fuggire anche lui, subito dopo, a bordo di un altro veicolo.

Oggi sono stati identificati ed arrestati per rapina aggravata, raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Napoli, ed eseguita dai carabinieri della stazione di Napoli – Marianella. I due sono Pasquale Sorrentino di trentaquattro anni  e Francesco Zaccone, sessantanovenne entrambi di Castelvorturno e già noti alle forze dell’ordine.

Le indagini condotte dai carabinieri sono state incentrate soprattutto sull’analisi di alcuni sistemi di videosorveglianza presenti nelle vicinanze. Lo studio dei fotogrammi ha permesso di identificare i 2 malfattori come autori della rapina e di tradurli, dopo le formalità, al carcere di Poggioreale.
Nel corso della perquisizione domiciliare svolta contestualmente all’esecuzione del provvedimento, inoltre, in casa di Zaccone i militari hanno trovato e sequestrato un sistema di videosorveglianza composto da un monitor e da telecamere esterne posizionate lungo le vie di accesso alla sua abitazione.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bagnoli

Meloni lunedì a Bagnoli, De Luca: “Mi aspetto che dica almeno un grazie per quel miliardo e duecento milioni”

Pubblicato

il

“Lunedì arriva a Bagnoli il presidente del Consiglio Meloni per siglare l’accordo per la riqualificazione di Bagnoli che sarà finanziata con i soldi del Programma di Coesione destinati alla Campania, 1,2 miliardi di euro. Non so cosa dire… Spero che l’on. Meloni dica almeno un grazie alla Regione Campania per quel miliardo e duecento milioni”.

Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso dell’appuntamento settimanale sui social in vista della visita del premier in programma lunedì per la firma dell’accordo per Bagnoli.
“Fitto – ha sottolineato De Luca – dice che sono fondi del bilancio nazionale e vorrei vedere… Ma con quei soldi avevamo previsto di pensare tutta una serie di opere nei comuni della Campania che adesso resteranno al palo”.

“Benissimo – prosegue De Luca – abbiamo accettato anche questo, nessun problema, pur di firmare il Programma di coesione e invece ci chiedono altri passaggi coi ministeri. E allora perché non si firma l’accordo di coesione sottoponendo Campania, Sardegna e Puglia a procedure non utilizzate per le altre regioni?”.

Continua a leggere

Caivano

Stupri a Caivano: condannati tre dei sette minorenni coinvolti

Pubblicato

il

Due condanne a 9 anni e una a 10 anni di reclusione: questo il verdetto del giudice del tribunale per i minorenni di Napoli Anita Polito, al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato, emesso nei confronti di tre dei sette minorenni coinvolti negli abusi compiuti la scorsa estate a Caivano, in provincia di Napoli, ai danni di due cuginette di 12 e 10 anni.

La sentenza è giunta al termine di una breve camera di consiglio.

Il 5 luglio, pene tra 9 anni e 10 anni e otto mesi di reclusione, erano state invocate dal pm Claudia De Luca. Lo stesso giorno erano stati condannati due maggiorenni coinvolti nelle violenze.

Continua a leggere

Caivano

Caivano, stabilito Piano di Emergenza Comunale nella riunione convocata dalla Commissione Straordinaria

Pubblicato

il

Si è tenuta nel pomeriggio di ieri presso il Comune di Caivano una riunione convocata dalla Commissione Straordinaria, composta da Filippo Dispenza,  Simonetta Calcaterra e Maurizio Alicandro, a cui hanno partecipato tutti i componenti del Centro Operativo Comunale (COC), l’importante organo chiamato ad intervenire in caso di emergenze di protezione civile.

La Commissione Straordinaria, già nello scorso mese di marzo, ha deliberato l’aggiornamento del piano comunale di emergenza, che risaliva al 2015, ed a maggio ha provveduto a costituire il COC, che ieri si è riunito per stabilire le modalità operative, individuare le figure dei sostituti per ogni singolo componente e per approfondire la conoscenza delle funzioni che ciascuno è chiamato a svolgere in caso di calamità. 
Si è stabilito, inoltre, di organizzare nei prossimi giorni presso il Castello Medievale di Caivano un incontro informativo aperto alla cittadinanza, nel corso del quale saranno spiegate tutte le misure di protezione civile previste nel piano di emergenza e verrà distribuito un vademecum con le indicazioni utili per fronteggiare ogni situazione di rischio.

La Commissione Straordinaria, nel corso dell’incontro, ha annunciato anche l’intenzione di allestire una Sala Operativa presso la sede comunale di Via Marzano, mediante l’acquisto di tutta la strumentazione tecnologica necessaria per i collegamenti in videoconferenza con la Prefettura di Napoli e tutti gli altri Enti facenti parte del sistema di protezione civile.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy