Resta sintonizzato

Casoria

CASORIA: Santi numi, dateci i lumi

Pubblicato

il

Sarà che non è supportato adeguatamente, sarà che governare una realtà problematica come quella casoriana non è affatto semplice, sarà per mera sfortuna, ma il Sindaco ultimamente non ne imbrocca una. Si è visto bocciare in regione il progetto per “La via dei Santi” (definito dal capogruppo di Campania Libera Luisa Marro “un progetto talmente scadente che neanche il PD regionale avrebbe potuto candeggiarlo”), ha toppato con le linee programmatiche (quelle presentate con calme e per favore dopo un paio di mesi dalla scadenza imposta dal regolamento comunale) con una isola ecologica inesistente a via Lufrano (come denunciato sempre dalla Marro a NanoTv), è stato sconfessato pubblicamente dal suo stesso assessore all’ambiente Pietro D’Anna, che attraverso una nota lamentava un noleggio (di cui non era stato messo al corrente) di 2 spazzatrici per Casoria Ambiente dal costo esorbitante di 180000 euro per 6 mesi (sempre secondo la Marro, senza un straccio di gara) quanto meno poco oculato, visto che, preventivo alla mano, sarebbe costato meno acquistarle (due spazzatrici di nuova generazione costano meno e funzionano meglio).

Se non bastasse pura la grana delle Luminarie; questa volta è la consigliera comunale del 5 stelle di Casoria, Elena Vignati ad affondare il colpo: si guarda intorno, qualche filo penzoloni, mangia la foglia! Dopo una piccola indagine la bordata sulla pagina FB, cui seguirà, nel giro di poche ore, un atto ufficiale: una richiesta di “trasparenza” al sindaco, all’assessore al commercio Antonio Ricciardi, al comandante della polizia municipale Anna Bellobuono e all’assessore ai lavori pubblici Marianna Riccardi. Ma cosa non convince la pentastellata? Tanto per cominciare, non sarebbe affatto chiaro chi abbia finanziata l’opera di arredo urbano, se i privati o il comune; non sarebbe stata pubblicata nessuna delibera che faccia menzione ad un patrocinio per manifestazioni natalizie o Luminarie, nonostante si vedano girare manifesti (locandine) con lo stemma comunale da parte dei consiglieri di maggioranza (il che forse si configurerebbe in un reato). Inoltre, ad occhio, il sospetto che queste illuminazioni non siano state montate proprio a norma. Poi c’è l’albero transennato a piazza Cirillo: quando è troppo è troppo. Questa la posizione della consigliera d’opposizione. Davvero un bel casino! Il sindaco si affretta a precisare: “Le luci natalizie di Casoria e tutte le iniziative che si svolgeranno in questo periodo sono il frutto di una cooperazione tra privati e comune, dato che il comune non aveva fondi per le luminarie: si è costituito un comitato con tutte le associazioni di categoria, le quali si sono occupate di raccogliere fondi dai privati; tra l’altro alcune iniziative che presto si svolgeranno a Casoria sono autofinanziate. Abbiamo risparmiato per la prima volta 70 mila euro per le luminarie. In merito all’ultimo punto -conclude- abbiamo recintato l’albero solo per ragioni di sicurezza”. Qual è dunque la verità? Troppo sospettosa la Vignati o troppo vago il sindaco? Facciamo luce o stacchiamo la spina?

Casoria

Casoria, investe pedone e non si ferma per soccorrerlo: era già agli arresti domiciliari

Pubblicato

il

I carabinieri della sezione radiomobile di Casoria hanno arrestato per evasione ed omissione di soccorso Domenico Eredità, 47enne del posto, già ai domiciliari.

Il 47enne, nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari, ha lasciato la sua abitazione e si è messo in sella ad uno scooter. In via Duca d’Aosta ha investito un pedone e non si è fermato a prestare soccorso. I carabinieri hanno assistito alla scena e lo hanno inseguito, bloccandolo poco più avanti. La vittima è stata portata in ospedale e poi dimessa con due giorni di prognosi.

Eredità è stato trasferito in camera di sicurezza in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Casoria

Casoria, più di 500 auto rubate dall’inizio dell’anno: nelle ultime 48 ore, 8 denunce e 2 arresti

Pubblicato

il

8 persone denunciate e 2 arrestate nelle ultime 48 ore, tutte per furti d’auto. Due giorni intensi per i Carabinieri della compagnia di Casoria, da sempre impegnati in un capillare controllo del territorio. Un bilancio che va ad arricchire una statistica già impressionante: dall’inizio dell’anno sono più di 500 le auto rubate rinvenute dai militari di Casoria e poi restituite ai legittimi proprietari.

Ma ripercorriamo le ultime ore partendo dalle tre persone sorprese a Casoria mentre tentavano di forzare la portiera di una Fiat 500x parcheggiata in strada.

I 3 si sono accorti della pattuglia e sono fuggiti, abbandonando nel veicolo alcuni attrezzi per lo scasso e un jammer. Uno di loro portava in tasca la carta d’identità e durante la fuga l’ha persa in strada.

Grazie alla sua distrazione e all’analisi delle immagini di videosorveglianza, i militari sono stati in grado di identificare e denunciare l’intera banda.
Nella vicina Casavatore, ancora altre tre persone sono state denunciate perché trovate in possesso di chiavi alterate e codificatori di frequenza, utilizzati per i furti di autovettura.
Parti di auto rubate sono state trovate in una ditta di ricambi a Casoria. Denunciati per riciclaggio i due gestori.
E’ di poche ore fa, invece, l’arresto di due persone ancora a Casoria. Sono state bloccate mentre provavano a disfarsi di un dispositivo satellitare installato su un’auto appena rubata a Frattaminore. Sono ora ai domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Afragola

Dramma a Casoria, malore sulla Sannitica mentre era sullo scooter con la moglie: morto professore 47enne

Pubblicato

il

Colto da malore mentre era alla guida del motorino. Una tragedia consumatasi nella mattinata di domenica sulla Statale Sannitica. A perdere la vita è Vincenzo Vitolo, che stava percorrendo il tratto insieme alla moglie, in sella al veicolo.

L’uomo aveva 47 anni, insegnante di arte e tatuatore. «Ciao Enzo» accompagnata dall’immagine di una candela, così questa mattina i profili social della scuola media Rocco di Afragola sono dedicati al giovane professore: «Con profondo dolore, tutta la nostra comunità scolastica piange la perdita del professore. Buon viaggio amico carissimo sarai sempre nel nostro cuore e in quello di tutti i tuoi alunni».

Sul posto sono intervenute pattuglie della polizia municipale, che hanno eseguito i rilievi.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy