Resta sintonizzato

Caserta

Appalti truccati, arrestato ex consigliere regionale

Pubblicato

il

CASERTA – Dopo una lunga e attenta indagine giudiziaria condotta a buon compimento dalla Procura della Repubblica, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a diversi esponenti politici tra i quali Pasquale De Lucia, ex sindaco di San Felice a Cancello ed ex consigliere regionale, e Rita Emilia Nadia Di Giunta, ex consigliere comunale di Castel Volturno. Altre persone sono state raggiunte dai provvedimenti emessi dal gip locale come gli arresti domiciliari e il divieto di dimora nella Regione Campania.

I destinatari delle misure sono amministratori e dipendenti comunali di San Felice a Cancello, nonché imprenditori edili, tutti ritenuti responsabili dei reati di concorso esterno in associazione di stampo mafioso finalizzata alla corruzione. Grazie ad intercettazioni e acquisizioni documentali, è stato possibile constatare che tutti gli indagati avessero rapporti di connivenza con alcuni appartenenti al clan dei casalesi tra i quali Luigi Guida, Emilio Di Caterino e Antonio Zagaria, fratello del boss Michele. L’interessamento di tale sodalizio era tutto rivolto all’assegnazione dei lavori per la realizzazione della Zona Industriale di San Felice a Cancello, tuttora in fase di stallo per un importo totale di 1 milione e 350 mila euro, oltre che al rilascio di autorizzazioni amministrative in campo edilizio ed urbanistico. Un automatismo consolidato nella tristemente nota campagna dei voti di scambio. Per poter rafforzare l’impianto accusatorio e a titolo accessorio, unitamente alle misure cautelari, ai soggetti coinvolti sono stati anche sequestrati i conti correnti bancari e le proprietà.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta

Morti bianche: operaio in trasferta muore schiacciato da una ruspa

Pubblicato

il

Francesco Della Corte, un operaio di 53 anni, originario della provincia di Caserta, è morto, nella mattinata di ieri, venerdì 16 aprile, a causa di un infortunio sul lavoro a Viserba di Rimini.

Secondo una prima ricostruzione da parte della polizia di Stato, l’uomo sarebbe stato investito da una ruspa in movimento del cantiere stradale.

Il 53enne è deceduto sul colpo, per lui non c’è stato nulla da fare.

Sul posto oltre ai sanitari del 118 anche i funzionari della Medicina del Lavoro dell’Ausl. Il Comune di Rimini, in una nota, ha espresso il proprio cordoglio per la vittima.

Continua a leggere

Campania

Arrestato consigliere comunale ed ex candidato sindaco: trovata della droga nella sua abitazione

Pubblicato

il

L’ex candidato a sindaco e attuale consigliere comunale di Casagiove, in provincia di Caserta, Danilo D’Angelo è finito in manette.

Leader di “Casagiove nel Cuore”, è stato condotto presso la locale caserma dei carabinieri di via Bologna, dopo una perquisizione fatta questa mattina presso la sua abitazione.

I militari, coordinati dal maresciallo Saviano, hanno trovato in casa di D’Angelo delle quantità di droga, hashish e marijuana.

Alla presenza del suo avvocato e dopo le formalità di rito, D’Angelo è stato messo nella Punto dei carabinieri, sui sedili posteriori, accompagnato da altri due militari, ed è stato condotto in tribunale per la convalida dell’arresto, tramite direttissima.

L’ex candidato sindaco, vestito con una tuta ed un giubbino, era visibilmente scosso.

Continua a leggere

Caserta

Sparisce in Calabria ma viene ritrovato nella Reggia di Caserta: il mistero di un 64enne

Pubblicato

il

Sono ormai tre giorni che una famiglia calabrese non aveva notizie di un suo caro, ma oggi l’incubo sembra essere finito.

Il 64enne Francesco Conforti, è scomparso domenica sera dalla sua abitazione di Acri, in provincia di Cosenza, ed è stato ritrovato poche ore fa dai Carabinieri della Compagnia di Caserta.

Il caso ha interessato anche la trasmissione “Chi l’ha visto?”, che ha lanciato un appello ai telespettatori.

È stato però un custode ad aver segnalato la presenza di un uomo nei pressi della Reggia di Caserta, che si è poi scoperto essere proprio il 64enne scomparso, arrivato probabilmente poco prima alla stazione casertana.

L’uomo era in buone condizioni ed è tornato dalla famiglia.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante