Resta sintonizzato

Casoria

È un trionfo viola che sa di eccellenza, il Casoria Capolista batte l’Albanova e vola e più 8

Pubblicato

il

Il Casoria vince la sfida di alta classifica con l’Albanova e porta ad otto le lunghezze di vantaggio sulle dirette inseguitrici. Prestazione di spessore dei viola che segnano nel primo tempo e sono bravi a conservare il prezioso vantaggio fino al triplice fischio finale, dando l’impressione di avere sempre il pieno controllo del match. Il San Mauro è una bolgia viola, i tifosi possono cantare e sognare in grande.

Prima dell’inizio del match, celebrata la vittoria dello scorso campionato con tanti protagonisti del fantastico salto di categoria ed osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa del padre di Anastasio, portiere della formazione viola.

Partita equilibrata con il Casoria che tiene maggiormente alto il baricentro; il primo squillo lo regala Simonetti che si insinua in area e cade dopo l’intervento di D’Aniello e Traoré, l’arbitro lascia correre. Al 21°minuto padroni di casa in vantaggio, Larucci lancia lungo Postiglione, il giovane viola ci crede, approfitta di una leggerezza della difesa ospite e con un delizioso pallonetto beffa Speranza. La reazione ospite si concretizza con il tiro da fuori area di Brancaccio che Loffredo respinge. Al 39°minuto, Casoria vicino al raddoppio, Simonetti supera in velocità D’Aniello, il rasoterra da posizione defilata termina a lato; è l’ultima emozione della prima frazione che termina con i viola in avanti.di una rete.

La ripresa mantiene il copione del primo tempo, ritmi blandi e poche occasioni, Loffredo è attento sulla girata di Di Pietro, il portiere ospite sulla conclusione da fuori di Folliero. Discutibile la distribuzione dei gialli, si ammonisce unilateralmente e soprattutto manca il secondo cartellino a Puca, reo di un fallo tattico su Simonetti e richiamato succesivamente in panchina dal mister ospite.
Al minuto 85, è Nucci con una girata su azione d’angolo a non inquadrare lo specchio della porta.
Minuti finali di grande tensione, il Casoria resiste e porta a casa un successo che vale doppio, la capolista ha ora 8 punti di vantaggio su Albanova e Cicciano.

TABELLINO

ASD CASORIA CALCIO – COMPRENSORIA ALBANOVA 1-0 (1-0)

22°GIOR. (7°RIT.) – CAMPIONATO PROMOZIONE GIR. A

DOMENICA 26 FEBBRAIO ORE 11.00 – ‘SAN MAURO’ CASORIA

Casoria: Loffredo 7, Capogrosso (’93) 7, Russiello 7, Larucci 7,5, Capogrosso (’90) 7, Amoroso 7, Simonetti 7 (86°min. Castiello s.v.), Folliero 7, Nucci 7, Gioielli 7 (89°min.Eligibile s.v.), Postiglione 7,5 (77°min. Acampora 6,5). A disp. Anastasio, Piscopo, Rea, Portanova. All. La Manna 7

Albanova: Speranza 6, D’Aniello 6, Paduano 5,5, Guglielmo 5,5 (76°min. Diana 6), Sacco 6, De Fenza 6, Traorè 6,5 (52°min. Spasiano 6), Puca 5,5 (69°min.Veneziano 6), Di Pietro 6, Brancaccio 6, Liccardi 6,5. A disp. Della Gatta, D’Ambra, Miraglia,, Castaldi. All. Sanchez 6

Arbitro: Gallo della Sez. di Castellammare di Stabia 5,5

Assistenti: Pelosi e Columbro della Sez. di Ercolano

Reti: 21°min. Postiglione

Ammoniti: Simonetti (C.), Puca (A.), Gioielli (C.), Capogrosso (’90) (C.), Folliero (C.), Spasiano (A.)

Spettatori: Circa 1000 con piccola rappresentanza ospite

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Casoria

Casoria. Manca l’acqua da troppo tempo: 92enne chiede aiuto ai Carabinieri

Pubblicato

il

I Carabinieri da sempre si distinguono per episodi di generosità ed altruismo.

Ieri mattina, lunedì 23 agosto, a Caivano la rottura di una conduttura idrica dell’acquedotto campano ha interrotto la fornitura d’acqua che ha interessato alcune aree del Comune di Cardito, Afragola e Casoria. Tutto questo, ovviamente, ha portato disagi per l’intera popolazione.

Arrivata la sera, una 92enne di Casoria, che vive da sola, ha chiamato il 112. Il troppo caldo l’aveva disidratata. Voleva solo sapere dai Carabinieri quando sarebbe tornata l’acqua per potersi lavare e bere.

La centrale operativa ha così avvertito la pattuglia della Tenenza di Arzano e gli ha raccontato ciò che era appena avvenuto.

Il Brigadiere e il Carabiniere, dopo pochi minuti, si sono recati a casa dell’anziana. Per lei alcune bottiglie d’acqua.

Un piccolo gesto per portare alla signora non solo quello di cui aveva bisogno ma anche un pizzico di serenità.

Continua a leggere

Casoria

Casoria. Tentano una rapina al distributore di benzina, sventata dalla guardia giurata

Pubblicato

il

A Casoria, all’alba, i Carabinieri della locale compagnia di sono intervenuti in via Nenni presso un distributore di benzina per una tentata rapina.

Una guradia giurata e riuscita a sventare la rapina, al distributtore, dove era in servizio.

Il vigilante ha esploso due colpi, quando ha visto arrivare i due rapinatori intenzionati a rubare l’incasso della sera prima.

Anche un rapinatore ha esploso, in corsa, un proiettile. Le forze dell’ordine ora stanno indagando per trovare i due rapinatori

Continua a leggere

Casoria

Commettono 11 rapine in 2 mesi tra Giugliano e Casoria: in due in arresto

Pubblicato

il

I Carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di due persone di 32 anni già noti alle forze dell’ordine.

Sono di Afragola e Cardito e sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di 11 diverse rapine commesse ai danni di distributori di benzina e supermercati.

Le indagini condotte in coordinamento dai Carabinieri delle Stazioni di Varcaturo, Qualiano e Grumo Nevano attraverso una minuziosa analisi dei dettagli emersi dalla visione delle immagini di videosorveglianza degli esercizi colpiti, hanno permesso di attribuire ad 1 dei 2 uomini la commissione di tutti gli 11 colpi mentre all’altro 6 di questi.

Le rapine, commesse tra gennaio e febbraio di quest’anno, sono avvenute in diversi comuni dell’hinterland napoletano da Giugliano in Campania a Casoria.

Gli 11 delitti hanno fruttato ai responsabili, i rapinatori sono 4 e 2 di questi sono ancora in fase di identificazione, un bottino di alcune migliaia di euro.

La banda ha agito sempre con lo stesso modus operandi: una volta entrati con la propria auto (a volte presa a noleggio oppure oggetto di furto) nel distributore di benzina, prima facevano un rifornimento di pochi euro e poi, sotto la minaccia di una pistola, si facevano consegnare dagli esercenti l’incasso giornaliero.

Agivano senza scrupoli, come quando il 21 gennaio scorso a Calvizzano hanno massacrato il benzinaio prendendolo a calci mentre era riverso a terra.

Gli indizi raccolti nel corso delle fasi investigative sono stati avvalorati dal G.I.P. del Tribunale di Napoli Nord che ha disposto il carcere per i due uomini che erano già detenuti per un’altra rapina commessa a Grumo Nevano l’11 febbraio scorso.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante