FRATTAMINORE – Come volevasi dimostrare, il sindaco Giuseppe Bencivenga sconfessa anche la presidente del Consiglio Luongo e va avanti come un carro armato senza badare alle esigenze dei cittadini e dei consiglieri di opposizione. In totale autorità prevale la linea del sindaco, quella di non dare spiegazioni a nessuno, di non per forza rendere conto alla cittadinanza circa la crisi di maggioranza di alcune settimane fa. In un certo qual modo, Bencivenga col suo atteggiamento conferma quello che Minformo, in esclusiva, aveva anticipato all’indomani del protocollo delle dimissioni del primo cittadino. Tale mossa è stata fatta solo per far capire ai propri consiglieri ex dissidenti di maggioranza che al braccio di ferro sicuramente avrebbe vinto lui. E così è stato, dimissioni ritirate, giunta immutata e i consiglieri dissidenti muti. Perché dar conto se è tutto rientrato? A che serve? Sicuramente questo sarà stato il pensiero del primo cittadino e purtroppo per i frattaminoresi ne ha tutto il diritto, ognuno amministra come meglio crede e la morale non viaggia di pari passo con la legge. E ancora una volta i cittadini si trovano ad essere amministrati da una classe dirigente che prende le distanze e gestisce la cosa pubblica nel chiuso dei propri uffici comunali.

A tutto questo non ci sta, chi nella conferenza dei capigruppo, aveva chiesto a gran voce l’intervento del primo cittadino sulla crisi di governo, ossia il consigliere di Soci@lidea Vincenzo Fausto che davanti ai nostri taccuini dichiara: “Il fatto che il Sindaco non ritenga un problema il mancato inserimento della discussione politica in consiglio, denota la sua superficialità e cela le sue difficoltà anche di comunicazione con i suoi . Ancora non ha capito che da primo cittadino ha delle responsabilità nei confronti del paese,una di queste è la lealtà che deve ai suoi concittadini. Le dimissioni sono un gesto estremo e non sono causate da una semplice discussione interna e se così fosse sarebbe ancor più grave. Ogni sua dichiarazione contraddice la precedente, questo è politichese e le polemiche ” sterili” non vengono certamente da chi vuole sapere la verità dei fatti ed inchiodarlo alle sue responsabilità. Nel corso di una consiliatura è fisiologico Confrontarsi non Scontrarsi al punto di mettere in dubbio il cammino politico-amministrativo. Difatti se cosi fosse è gravissimo che un semplice chiarimento in una maggioranza porti alle dimissioni il Sindaco.
Quindi il Sindaco la finisse di prendere in giro tutti e dica la verità, il popolo Frattaminorese la merita”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.