AFRAGOLA – Si alza la protesta nei confronti del primo cittadino, reo di aver commissionato di far stampare i calendari 2018 del Comune di Afragola e poi ci si accorge che la sua immagine in bella mostra, con tanto di fascia tricolore, campeggia su tutte le pagine del datario omaggiato. Il primo su tutti ad evidenziare ciò che era anche il timore dei moderati di maggioranza, ossia quello di usare i soldi pubblici per pagare parte della propria campagna elettorale, è stato il consigliere Vincenzo Concas che attraverso il proprio profilo social ha pubblicato alcune pagine del calendario dichiarando: “Come potete vedere il Sindaco Tuccillo, con la scusa del calendario, realizzato con i soldi degli Afragolesi, pubblicizza la sua immagine e QUESTO NON E’ GIUSTO!!!

Il consigliere democratico molto critico nei confronti del sindaco sin dagli albori, in merito proprio ad una divergenza d’opinione avuta col primo cittadino sulla visione del Cimitero comunale. Ha posto la sua attenzione, reclamando a gran voce la verità, anche sul manifesto apparso sui muri della città dove l’amministrazione comunale comunica l’avvio dei lavori di nuovi 456 loculi ad incasso fregiandosi del gran risultato conseguito. Da quello che risulta invece al consigliere Concas, altro che lavori di ristrutturazione e nuovi loculi, sul cimitero le reali intenzioni del sindaco Tuccillo erano quelle di realizzare un Project Financing che permetteva la privatizzazione del Cimitero, in poche parole un’ulteriore svendita del patrimonio comunale. E fu proprio l’intervento di Vincenzo Concas e del progetto dell’allora assessore Giuseppe Affinito che fecero naufragare l’idea del primo cittadino. Infatti quello di cui oggi si fregia l’amministrazione comunale, in effetti non è altro che frutto della visione del cimitero che ha avuto Affinito quando propose in giunta la realizzazione di 456 loculi a cassetta. La proposta di Affinito fu prontamente bocciata dal sindaco che voleva a tutti i costi portare a termine la privatizzazione del cimitero assegnando il project financing, come scrive Concas su Facebook, ad una impresa privata denominata “Carlo Napolano”. Infatti a tal proposito Concas dichiara: ” Mi opposi fermamente a tale scelta e lui per tutta risposta propose la mia cacciata dal PD: Infatti votai contro il suo Bilancio. Non ho mai condiviso le sue scelte. La cosa bella e’ che il cimitero e’ rimasto nelle mani degli Afragolesi e non dell’imprenditore Carlo Napolano. Adesso, dopo 4 anni vuole prendersi il merito (puerile e patetico) di realizzare 456 loculi che tra l’altro sono stati quasi già tutti assegnati. Con I manifesti prende in giro gli Afragolesi”.

Manifesti loculi
Il manifesto affisso per i nuovi loculi

Rispondi