NAPOLI – In centinaia sono scesi in piazza questa mattina a Napoli per la manifestazione di solidarietà in favore delle vittime di violenza ad opera delle baby gang. Il corteo dalla stazione della metropolitana di Scampia raggiungerà poi la ‘grande marcia di solidarietà’ organizzata dal Collettivo Galileo Ferraris e si concluderà alla stazione della metropolitana di Chiaiano, dove è avvenuta l’aggressione ai danni del giovane Gaetano. Tanti gli striscioni e gli appelli contro ogni forma di aggressione. Presenti tra gli altri il vicesindaco di Napoli Raffaele Del Giudice e Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, il tifoso ucciso a Roma.

“Da Scampia, dai ragazzi delle scuole, parte una grande mobilitazione per dire no alla violenza che sta colpendo i nostri territori”. È quanto ha sottolineato il presidente della VIII Municipalità Apostolos Paipais. “Siamo in piazza per far sentire la nostra vicinanza ai tanti Arturo, Gaetano, a tutti i ragazzi colpiti da raid di violenza inaudita. C’è l’VIII Municipalità con i suoi consiglieri ed assessori, ci sono tanti rappresentanti delle Istituzioni, i cittadini provenienti da ogni parte della città, questa è la vera Napoli, la Napoli che parla con la voce dei ragazzi.

Bene ha fatto Il ministro Minniti ieri ad alzare il livello di allerta, fondamentale anche il sostegno della regione per la videosorveglianza, non possiamo perdere più tempo. Bisogna assicurare questi piccoli criminali alla giustizia ed avere certezza della pena, contemporaneamente le Istituzioni, le scuole, le parrocchie e le associazioni in sinergia devono funzionare da ‘comunità educante’, perché solo se agiamo dalle basi nelle famiglie possiamo eradicare nel tempo il problema”.

Rispondi