CAIVANO – La città langue, di nuovo rifiuti in strada e siamo sicuri che di nuovo c’entrano i dipendenti e le loro agitazioni. Frutto di un’inadeguatezza secolare dettata dalla mancanza di spogliatoi e deposito idonei e agibili. Mancanze di una ditta che oltre a non avere i requisiti, così come recita una sentenza del TAR, non ha neanche ancora posto le firme sui famosi contratti della gara europea vinta circa un anno fa. E menomale che era colpa di Monopoli, allo stato attuale due sono le cose, o il Commissario De Vivo è più incapace dell’ex sindaco o davvero qualcosa di strano c’è. Il peccato però che adesso non c’è nessuno a dirlo neanche i supereroi – Spiderman quello delle reti ai campi di calcetto che ancora non vengono messe e Jeeg Robot quello che ama farsi fotografare con i sacchetti di immondizia in mano – quelli che un giorno sì e l’altro pure erano intenti a scrivere su Facebook che le buche a terra e i contratti non firmati della raccolta rifiuti erano da attribuire all’incapacità di Simone Monopoli.

A differenza di Spiderman che attualmente è intento a leccare i deretani degli Spadafora calati dall’alto, i culi da leccare per Jeeg Robot sono meno importanti e per quello poi c’è sempre tempo. Infatti è stasera che verrà sciolta la lingua visto che al Tricolore ci sarà il candidato uninominale del centro destra Giosy Romano. Ma fino ad adesso per Jeeg Robot è già iniziata la campagna elettorale e come sempre la conduce a modo suo.

Partiamo dalla neve. Cacchio la neve, occasione ghiotta per un demagogo e populista come il supereroe de noartri. Infatti non appena il primo fiocco ha toccato il suolo caivanese, dai polpastrelli d’acciaio del nostro robot inossidabile è partito il primo post dove invitava la cittadinanza a non dimenticare gli anziani che molto probabilmente con la neve hanno difficoltà ad uscire di casa e quale buona occasione per portar loro qualche pasto caldo e sotto sotto ricordargli che molto probabilmente a fine Maggio si voterà di nuovo e che l’ammazzasindaci sarà di nuovo in prima linea col coltello tra i denti se il prossimo primo cittadino non lo accontenterà sulle prebende!

A ruota lo segue la stampa stupida o asservita e assoldata che, noncurante della pochezza d’animo del supereroe d’Acciaio che riesce a strumentalizzare perfino una condizione metereologica avversa come la neve, gli dedica un articolo con tanto di elogio e dettagli. Ed è proprio in quei dettagli che noi semplici esseri umani ci poniamo delle domande. Nel testo si legge che l’ex consigliere Jeeg Robot d’Acciaio insieme ai vigili del Fuoco in pensione e all’associazione “Il Tempio della Felicità” hanno raccolto i dati delle persone allettate e gli anziani in difficoltà, mentre una ditta, del quale non si menziona il nome, ha provveduto alla preparazione di 467 pasti caldi che in modo gratuito sono stati offerti a queste persone. Ora noi tutti vogliamo sapere, perché insieme a queste associazioni ha l’esigenza di muoversi e mettersi in mostra il nostro ex consigliere supereroe, visto che siamo in campagna elettorale? Qual è il nome dell’azienda e perché non viene menzionato? Perché quest’azienda si unisce all’iniziativa fatta da un ex consigliere e non si rivolge ai servizi sociali che è l’ente ufficialmente preposto insieme alla Protezione Civile? Perché il soccorso agli indigenti lo deve fare Jeeg Robot? Che ruolo riveste attualmente l’ex consigliere?

A queste condizioni non ci sta neanche il supereroe delle reti gratis, il mitico pentastellato Spiderman che forse alla sola idea di essere stato anticipato sul tempo, sbotta a mezzo facebook pubblicando le foto che Jeeg Robot ha postato sul medesimo social mentre la ditta di asfaltisti rattoppava qualche buca di Caivano scrivendo: “Scusate il ritardo dovuto alle condizioni atmosferiche”. Ma che credibilità ha un politico che fa post del genere? Si chiede Spiderman, la stessa che ha un supereroe che promette reti al campetto e onestà senza mantenere nè la prima e né la seconda diremo noi, ma questa è un’altra storia. Fatto sta che anche qui Jeeg Robot non perde tempo a sottolineare il suo populismo, basta farsi fotografare al fianco del camion con l’asfalto per prendersi meriti e medaglie. Non solo, Jeeg Robot lascia intendere anche di essere presente al momento della firma del Commissario De Vivo sull’ordinanza delle scuole chiuse per neve. Insomma il nostro supereroe d’acciaio tutto è, tutto fa, tranne quello che serve davvero alla comunità caivanese. Caivano non ha bisogno né di Jeeg Robot, né di Spiderman e ne tanto meno di qualsiasi altro supereroe ma solamente di Uomini con la “U” maiuscola.

Rispondi