Tre spacciatori arrestati in poche ore a Caivano ed Afragola. È il bilancio di un’attività finalizzata al contrasto delle attività di spaccio effettuata dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Afragola. Il primo a cadere nella rete della Polizia è stato Marco Amato, di 23 anni. Ieri mattina al Parco Verde di Caivano i poliziotti hanno notato il giovane aprire un tombino ubicato nei giardinetti di uno degli edifici e prendere una busta immediatamente consegnata ad uno dei due complici rinchiuso all’interno di un palazzo.

Gli agenti sono intervenuti bloccando subito il 23enne mentre i complici sono riusciti a fuggire. Nel tombino che aveva aperto poco prima, è stata rinvenuta un’altra busta contenente 38 cilindretti di eroina per un peso di 35 grammi circa. Marco Amato è stato pertanto arrestato ed accompagnato presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

Alle 14 ad Afragola invece è stato arrestato Ciro Salzano, di 21 anni. I poliziotti lo hanno visto in via Principe di Napoli mentre incassava del denaro e cedere della droga ad un ragazzo. Prontamente intervenuti hanno bloccato lo spacciatore indosso al quale hanno rinvenuto e sequestrato 12 stecche di hashish per un peso di 53 grammi circa, un telefono cellulare e la somma di euro 10,00. Salzano si trova temporaneamente agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo del Tribunale di Napoli Nord che si svolgerà domani.

Alle 19 circa i poliziotti sono ritornati a Caivano dove è avvenuto il terzo arresto. Aniello Caruso, di 56 anni, è stato bloccato nel rione IACP di via Atellana. Gli agenti lo hanno visto mentre intascava diverse banconote da un gruppo di giovani. La droga che avrebbe dovuto consegnare in contropartita era nascosta in un astuccio attaccato ad una ringhiera con un calamita. Ma i poliziotti sono intervenuti bloccando lo spacciatore rinvenendogli indosso la somma di euro 200,00. E’ stato recuperato anche l’astuccio che conteneva 7 cilindretti di eroina per un peso di 6,5 grammi circa e 6 di cocaina per un peso di 5,5 grammi circa.

Caruso è stato condotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

I tre arrestati dovranno tutti rispondere del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Rispondi