AFRAGOLA – Si fanno sempre più intensi gli incontri nella casa dei moderati e ieri sera si è tenuto l’ennesimo dove si cominciva a stabilire quella leadership che deve guidare questo gruppo nella prossima campagna elettorale.

Prima di svelare i nomi dei prentendenti al ruolo di candidato sindaco è giusto registrare l’assenza di alcuni capolista come quella di Salvatore Iavarone che attualmente ritiene questi incontri del tutto perlustrativi ma non determinanti, proprio perché così come anticipato da Minformo, all’interno di questa coalizione ci sono elementi che a fatti devono ancora dimostrare di essere la vera alternativa a Tuccillo e venerdì, in occasione dell’approvazione del bilancio previsionale, avranno tutta la possibilità di dimostrarlo. Anche perché poi sarà veramente difficile far capire agli afragolesi che l’attuale primo cittadino ha sbagliato a fare tutto quello che loro stessi hanno votato. E chi si candida per governare in maniera differente, non solo lo dovrà dire in questa campagna elettorale ma lo dovrà anche dimostrare, visto che i consensi passano principalmente da una seria credibilità.

È presto, davvero presto, anche se mancano poco meno di venti giorni alla consegna delle liste, per decidere chi sarà il candidato sindaco che presenterà la maxi coalizione di moderati, eppure ieri ci sono state tre auto candidature, giusto per cominciare ad appuntare qualche nome e cominciare a capire chi è che nutre sogni di gloria. Per Forza Italia si è proposto il consigliere Raffaele Fusco, il secondo nome avanzato è stato lo stesso Biagio Castaldo per Fratelli d’Italia, mentre la lista civica di Domenico Polito ha proposto il nome del dott. Ernesto Salzano. Questi sono i primi nomi che i rumors danno per papabili candidati a sindaco. Anche se, come già detto, la vera sintesi della maxi coalizione di moderati, uscirà dopo e solo dopo i fatti di venerdì prossimo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.