AFRAGOLA – Non sempre la politica degli slogan coincide con quella del fare e ad Afragola la cosa non è poi così diversa. Coloro che nei giorni scorsi si sono coalizzati e firmato un documento che li ponesse in una posizione in contrapposizione all’attuale primo cittadino, in realtà in aula non hanno avuto la forza o il coraggio di confermare tale posizione. Il bilancio previsionale passa con 11 voti favorevoli, l’opposizione contraria e il duo UDC Perrino-Di Mauro astenuto. In realtà oltre l’astensione dei due c’è da registrare anche l’assenza di Caiazzo, De Stefano e Bassolino. Anche quest’ultimi firmatari del documento redatto in occasione della formazione della maxi coalizione di moderati.

Tanti i dubbi e tanta l’incomprensione verso chi a parole dice di voler governare in maniera totalmente differente dall’attuale primo cittadino e poi a fatti dimostra di esserne solo la continuità amministrativa permettendo al sindaco di continuare a governare Afragola e di condurre una campagna elettorale in una posizione privilegiata qual è quella del sindaco della città.

Indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo, pare che dietro la mossa del duo Perrino-Di Mauro già in rotta di collisione con il collega di partito Gennaro Castaldo, il quale oggi ha votato favorevole tutti i punti all’ordine del giorno, ci sia nientepopodimenoché che il Consigliere Gennaro Giustino che ancora cova il sogno di creare una casa dei moderati, ma con gli elementi da lui preferiti. Praticamente tutta la coalizione di moderati appena formata senza i nespoliani e gli ex dem. Pare che lo stesso capogruppo di “A Viso Aperto” avesse fermato tra i corridoi del palazzo i due di UDC e poi chiusosi in una stanza avesse suggerito ai due di astenersi per poi cominciare un discorso insieme che esuli la figura di Tuccillo.

Insomma la votazione del bilancio di oggi è la dimostrazione valida che in quanto a formazioni Afragola è ancora in alto mare e il tutto si deciderà davvero sulla linea del traguardo.

Intanto stasera è previsto un incontro chiarificatore con tutti gli esponenti della maxi coalizione dove Perrino e Di Mauro dovranno argomentare la loro astensione dal voto e anche per chiarire una volta e per tutte la linea politica da adottare ma soprattutto il progetto dal quale bisogna partire. Vi terremo aggiornati.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.