La Prima Guerra Mondiale é un conflitto armato combattuto tra il 1914 e il 1918. Fino ad allora nessuna guerra era mai stata così brutale, quindi essa fu chiamata Grande Guerra.
Precedente alla guerra fu un periodo di pace detto Belle Epoque.
Analizziamo le cause che portarono al conflitto. Una di esse è la creazione dell’Impero tedesco, che mirava ad espandersi e ad assicurarsi sbocchi commerciali in tutto il mondo. Un’altra delle cause della guerra furono i problemi etnici nel vasto territorio dell’Impero d’Austria-Ungheria, dove alcuni popoli volevano ottenere l’indipendenza. Le Germania incrementò, inoltre, drasticamente la potenza della sua marina, divenendo una minaccia per il Regno Unito, che faceva delle proprie navi il suo punto di forza. Gli inglesi stipularono, quindi, un accordo con la Francia, la Russia e il Giappone. La Germania si alleò, invece, con l’Italia e l’Impero Austro-Ungarico. Questa divisione europea in due blocchi era una barriera tra potenze, che iniziarono una corsa agli armamenti. Seguì un periodo di crisi tra gli stati: la “crisi di Tanghi”, tensione tra Inghilterra, Francia e Germania; la crisi della penisola balcanica, dove l’Impero Ottomano perse alcuni territori, molti dei quali caddero nelle mani dell’Austria; la “crisi di Agadir”, tensione tra Francia e Impero tedesco.
La scintilla che accese la miccia fu, però, l’assassinio dell’arciduca d’Austria-Ungheria Fancesco Ferdinando d’Asburgo-Este e di sua moglie, a Sarajevo, uccisi dal nazionalista serbo Gavrilo Princip. Ciò accadde il 28 giugno 1914. La Germania convinse l’Austria ad aggredire la Serbia, cio acadde un mese dopo. A causa di alcune alleanze, i due blocchi politici entrarono in guerra tra loro, ebbe inizio la Prima Guerra Mondiale

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.